Maruzzella domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/11/2013

Napoli

Lo sbaglio più grande che potessi fare

Ho bisogno di parlare con qualcuno, di raccontare dello sbaglio più grande che potessi fare. Da quel momento sono crollate tutte le mie certezze e non sono più quella di una volta. Io e lui niente in comune, a parte il fatto di essere entrambi sposati, il tipo d'uomo che non avrei mai guardato in vita mia, più giovane di me, educazioni diverse, su di lui tante chiacchiere, non particolarmente bello. Tre anni fa inizia a tempestarmi di messaggi e telefonate, mi racconta di quanto sia stato infedele nella sua vita, ma che io sono il suo ideale di donna. Ed ecco che ci casco, io che non avevo mai tradito nessuno in vita mia, io con la mia vita piena e appagante, finisco tra le sue braccia e nel suo letto. Da allora non dormo più, mangio il tanto che basta per nutrirmi, non ho il coraggio di guardare negli occhi né mio marito, né i miei figli o i miei amici, che continuano a considerarmi ancora una delle migliori persone che conoscono. E tutto questo per chi? Per qualcuno con il quale non ci sarà mai un futuro, che sono certa continui a passare da una donna all'altra e che riesce a vivere la sua vita senza un rimorso, nè un minimo pentimento.Lui continua a dirmi che mi ama, che sono quanto di meglio gli è capitato nella vita ed io continuo a non credergli e non ho paura a dirglielo. Ora è un po' che non ci sentiamo, ma so che non è finita, anche se è la cosa che vorrei di più al mondo. Non riesco a perdonarmi di essermi distrutta la vita per un uomo che ha fatto delle bugie il suo pane quotidiano. Chiedo come posso ritornare in me, essere la persona tranquilla e sicura che ero una volta, ritrovare i miei interessi e la voglia di andare avanti.

  7 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonino Savasta Inserita il 13/02/2014 - 22:28

Gentile Maruzzella,
siamo esseri umani. Il più bravo non è chi non sbaglia, ma chi sbaglia meno.
Si prenda il tempo necessario per perdonare sè stessa. Giudicarsi per un qualcosa, che lei stessa ammetta si è pentita d'aver fatto, giudicarsi a oltranza, è inutile.
Si prenda del tempo per tornare alla tranquillità che desidera. Come una caduta, un incidente, prenda questa esperienza come elemento da cui imparare qualcosa (sarà lei a capire cosa ciò le ha insegnato), ma volti pagina. Stare a rivangare il passato, giudicandosi la potrebbe portare a scavare una fossa in cui da sola si sta gettando. Se la fa soffrire non dia più modo a questa persona di contattarla o sedurla. Sia chiara con sè stessa e con lui, qualora dovesse tornare.
Abbia fiducia in sè stessa e le cose si rimetteranno a posto. Magari non dimenticherà, ma gli errori ci insegnano sempre qualcosa. Se dovesse averne bisogno, contatti un collega di zona per un sostegno psicologico.
Cordialmente,
Dottor Antonino Savasta,
Pistoia.

Dott.ssa Margherita Scorpiniti Inserita il 28/11/2013 - 17:51

Cara Maruzzella,per il lavoro che svolgo ascolto molto spesso anche persone che si sono trovate a tradire il proprio partner.Però questo persone, per la maggioranza,dicono che non tornerebbero indietro e che addirittura intendono rompere la loro vita coniugale. Se lei invece, sente il contrario e cioè vuole farla finita con la sua storia extraconiugale, evidentemente(si legge bene in quello che scrive)ha capito qualcosa in più di quest'uomo con cui si è relazionata sentimentalmente negli ultimi tempi, qualcosa che le fa capire che come fa con le altre, probabilmente sta facendo pure con lei...........E allora, per il suo bene, lo allontani.Perdoni se stessa, perchè tutti sbagliamo nella nostra vita,e vada avanti con la sua famiglia. Mi sembra la cosa migliore da fare. Per qualsiasi consiglio sul modo di procedere, io sono a disposizione anche su skype.

Dott. Giovanni Delogu Inserita il 28/11/2013 - 09:25

Gentile signora,
se le fosse arrivata una lettera dell'avvocato di suo marito per la separazione, se avesse perso il lavoro, se le portassero via i figli, se dovesse andare via di casa, allora sì che avrebbe la vita "rovinata". Si è lasciata sedurre dalle carinerie di un altro, che le ha dato verosimilmente qualcosa che nella sua vita mancava, forse attenzioni, forse il fatto di sentirsi bella e speciale. Rivuole la sua vita di prima? La prima cosa da fare è chiudere quel rapporto. Se è la cosa che vorrebbe di più al mondo sa che in una sera risolve la situazione; se ha delle resistenze nel farlo, dovrebbe chiedersi perché, e cosa le dà questa persona che suo marito non è in grado al momento di darle.
Il mio consiglio è di rivolgersi ad una psicoterapeuta che la sappia accogliere e supportare in questo difficile momento di transizione, e in quello che sarà il dopo.
Saluti

Dott. Delogu

Dott.ssa Serena Fuart Inserita il 23/12/2013 - 20:04

Più che errore è una parte di Lei che è emersa, qualcosa che Le vuole dire che alcuni aspetti della Sua vita vanno ripensati e non sono più funzionali al Suo benessere. Quando avviene il tradimento è perchè qualcosa nel rapporto di coppia non va e si cerca altro, si cerca di evadere. Come indicazione, Le suggerirei un percorso per capire quali aspetti di Lei non sono più funzionali al Suo benessere. Se considera inoltre il Suo amante menzognero e vuole ricominciare, Le suggerirei di chiudere quel rapporto.
Rimango a disposizione

Dott. Giovanni Papa Inserita il 29/11/2013 - 01:39

Salve, Maruzzella! Dal suo messaggio sembra quasi che questa storia le sia capitata per caso e che lei non abbia nessun potere. Lui ha cominciato a tempestarla di messaggi e telefonate, lui continua a passare da una donna all'altra, lui continua a dirmi che mi ama, lui ha fatto delle bugie il suo pane quotidiano.
Ma lei cosa fa? Lo ama? E' gelosa del fatto che passi da una donna all'altra, sebbene sia una storia nata e vissuta in un matrimonio che entrambi continuate a portare avanti con persone differenti?
Sia più attiva nella sua vita. Potrebbe iniziare a rivolgersi ad uno psicologo e a provare a parlare dei dubbi che la attanagliano. Tenendo conto che lei era in sé anche quando ha tradito suo marito e quando ha portato avanti questa storia e che la vita cambia e tornare ad essere la persona tranquilla e sicura non significa tornare ad amare un uomo che forse non ama più, suo marito.

Dott.ssa Simona Coscarella Inserita il 28/11/2013 - 14:29

Cara Maruzzella, forse ti sei concessa di sbagliare e te lo concedi ancora perché vorresti essere amata pur nella tua veritiera e umana imperfezione anziché per quella immagine di donna perfetta che ti eri costruita nel tempo. Indietro non si torna, per fortuna. Non tutti i mali vengono Veru nuocere.... allora perché vengono? Per insegnarci qualche dura verità su noi stessi sulle nostre scelte. Le nostre azioni a volte apparentemente folli ci rivelano bisogni celati. Le consiglio di iniziare da qui, insieme da un professionista un percorso di scoperta, di amore di sé, di rinascita e costruzione.
Sperando che raccolga il suggerimento le auguro il meglio
Dott.essa Simona Coscarella

Dott.ssa Stefania de giovanni Inserita il 28/11/2013 - 14:19

Gentile Maruzzella...
chissà se è il suo vero nome..ma richiama un destino di passionalità...
Si è confrontata con parti di sé che non conosceva, che pensava impossibili...e si è ritrovata ad agire emozioni dirompenti e imprevedibili.
Perdersi è una possibilità delle persone vive.
Si faccia aiutare, ora a riportare pensiero sulle sue emozioni.
Se vuole ne possiamo parlare in Studio.
Buone riflessioni.