Federico domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/03/2017

Difficoltà a mantenere un'amicizia

Buongiorno mi chiamo Francesco...ho avuto una relazione molto intensa con una persona che mi ha aiutato molto a superare momenti di difficoltà dovuti a problemi di divorzio figlio etc. Questa persona abita lontano da me e per cause dovute ad una malattia del dolore non ha potuto ,o non ha voluto, affrontare un cambio di città per iniziare una storia seria in due dove vivo io ne ha accettato il fatto che potessi essere io ad avvicinarmi a lei. In tutto questo tempo ,3 anni quasi, ci si vedeva come poteva e lei ha continuato a vivere con il suo ex compagno,pur sempre un convivente mi dico io. Non siamo mai riusciti ad affrontare l'argomento amicizia/amante che lei subito si infervorava fatto stà che lei è una persona anche impegnata nel sociale ad aiutare persone malate in fin di vita etc etc con un livello secondo me molto alto di elevazione spitituale e forse proprio per questo mi son sentito dare una volta una risposta del tipo allora i passi fatti avanti insieme non hanno portato a nulla , questo quando le chiesi che sarebbe stato difficile per me mantenere un'amicizia come nulla fosse davanti ad amici comuni o peggio far finta di nulla quando la vedevo accompagnata dal suo convivente. Insomma parole sempre poco chiare e risposte evasive di fronte al mio chiaro esternamento del mio sentimento nei suoi confronti. Ora sono passati mesi in cui le ho detto di volerla lasciare andare eppure non me la tolgo dalla testa , soprattutto qquando vengo a sapere che viene vista nel week end vicino casa ma senza informarmi e dovendo farsi 6 ore di treno non penso venga semplicemente per un caffè da un'amica ..magari qualche altro paziente come me? Insomma difficile guardare oltre dopo essersi sentiti da una parte amati da una parte ricattati per i piccoli favori fatti o anche solo per i gesti di vicinanza che apprezzo sempre.La non chiarezza mi logora nelle persone che non parlano chiaro ma sfruttano il sorriso e le risposte da libro olistico e ti dicono guarda avanti e continua a vivere. Grazie scusate il disastro nello scrivere .

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Alessia Ferraroni Inserita il 27/03/2017 - 11:37

Gentile Francesco, queste situazioni possono farci entrare in un vortice di confusione e tristezza molto pensanti se perdurano per troppo tempo. Tutte le situazioni non chiare e direi soprattutto contraddittorie rischiano di non riuscire a farci sentire centrati su noi stessi, anche se delusi e dispiaciuti, a volte molto tristi.
I famosi "doppi messaggi", cioè contraddizioni tra ciò che viene detto e fatto capire verbalmente e non, in contraddizione con i fatti veri e propri rischiano di tenerci legati con fili trasparenti a persone che potrebbero non andare bene per noi.
Possiamo fissare la nostra mente su pensieri o desideri che ci hanno accompagnato per molti anni, come nel Suo caso, ma è necessario lavorare sodo per combatterli e renderci coscienti che forse queste persone, a volte più confuse di noi o a volte no, non sono adatte alla nostra vita o comunque alle nostre scelte.
Allenare la mente a pensare che fuori esiste tanto altro e che non possiamo bloccarci per troppo tempo quando è nostro dovere tutelarci ed allontanare, anche se con dispiacere, persone a cui ci siamo legate ma con cui non possiamo costruire nulla della nostra vita.
L'abbandono crea dolore, ma bisogna lavorare sodo e lottare per non far cessare il motere della vita che è dentro di noi, ci vorrà un pochino di tempo, rimarrà comunque un ricordo, ma sarà un'esperienza da cui si dovrà apprendere e non un'esperienza che ci dovrà abbattere.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Alessia Ferraroni