francesca domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 10/03/2017

Siena

Mi ama ma non può stare con me

Buonasera,
Ho 37 anni, lui 39.
Ci siamo sempre rincorsi negli ultimi 22 anni, ma non siamo mai riusciti a stare insieme.
Poi finalmente la scorsa estate abbiamo iniziato a frequentarci. E' stato subito un amore intenso e bellissimo, ottima sintonia in tutto, abbiamo le stesse passioni....all'apparenza un rapporto perfetto.
Io sono separata da 4 anni, divorziata da 1. Lui separato da poco meno di due anni in attesa di divorzio. Io non ho figli, lui ha una figlia di 10 anni.
Sia la sua ex moglie che sua madre lo hanno sempre ostacolato quando lui tentava di iniziare a spiegare a sua figlia di avere una relazione.
Noi abbiamo comunque fatto i nostri passi : siamo andati in vacanza insieme, dopo un paio di mesi che ci frequentavamo lui ha iniziato a dormire sempre piu spesso a casa mia fino a trasferirsi completamente. La convivenza è stata una cosa naturale, non ne abbiamo mai realmente parlato, è arrivata da se.
Per due giorni a settimana e 2 domeniche al mese lui aveva sua figlia con se, e viste le resistenze di ex moglie e madre in quelle occasioni andava a mangiare con sua figlia da sua madre.
Un mese fa all'improvviso mi ha detto che doveva andarsene, che aveva bisogno di stare da solo, che subiva troppe pressioni da parte di troppe persone, che si sentiva falso nei confronti della figlia e che vedeva come unica soluzione escludermi dalla sua vita. Se n'è andato una domenica mattina alle 7.30 dopo avermi parlato di tutti i suoi dubbi per un paio d'ore.
Pensavo che non l'avrei piu rivisto, pensavo che quello sarebbe salito sul podio come il momento piu brutto che avessi mai vissuto...invece nelle 3 settimane successive ha iniziato un tira e molla snervante. Certi giorni mi diceva che non dovevamo vederci, che non era in grado di prendersi le responsabilita che comporta un rapporto di coppia serio come lo era il nostro, altri giorni arrivava a casa mia con due pizze e due birre, mangiava con me e poi facevamo l'amore. Il giorno che è venuto a prendere tutte le sue cose io non mi sono fatta trovare a casa, non avrei mai potuto stare a guardare mentre svuotava la casa di tutte le sue cose...
Tanto per essere coerente con la sua incoerenza mentre portava via i vestiti e gli oggetti da casa mi tartassava di messaggi. Mi scriveva cose dolcissime, mi raccontava delle lacrime, mi prometteva di riprendersi presto e confermava il suo amore per me.
Da quando se n'è andato non ha mai detto di non amarmi piu. Continua a sostenere che io sia la donna della sua vita, che ha bisogno di tempo per se ma che mi ama.
Venerdi scorso per l'ennesima volta mi ha detto che è meglio se non ci vediamo per un po.
Questa volta non voglio permettergli di fare ancora un passo indietro.
Non so come fare a stare senza di lui, piango di continuo, non riesco a divertirmi, a mangiare, a lavorare...come faccio a dire NO se mi propone di vederci????

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta de Sio Cesari Inserita il 12/03/2017 - 10:43

Cara Francesca,
a volte nei rapporti sentimentali una delle più grandi difficoltà è data dall'incoerenza e dall'ambiguità. Questi aspetti ci tengono legati all'altro e non ci mettono pienamente nella condizione, seppur dolorosa, di dover accettare la fine di un rapporto.
Ma in qualunque situazione, anche le più indefinite, noi ci troviamo non dobbiamo mai dimenticare che siamo sempre protagonisti attivi della nostra vita. Come si fa? Che significa? Beh significa darsi valore e ricercare ciò che pensiamo di meritare, indipendentemente da cosa l'altro può, vuole o sceglie di fare.
In bocca al lupo Francesca.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Roberta de Sio Cesari. Psicologa e Psicoterapeuta, Napoli