Federico domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 03/03/2017

Modena

Preoccupato per la mia ragazza

Salve, sono Federico 38 anni.
Sto con la mia fidanzata (di 32 anni) da 8 anni e conviviamo da 4.
Non è mai stata troppo attiva, ma col tempo la vedo sempre più sedentaria (si siede la mattina sul divano e si alza solo per i pasti o poco altro).
Mangia molte schifezze, non le va mai di uscire, ha paura di vedere molti film (in particolare le mette ansia il momento di "down" del film).
Fa fatica ad esprimersi se per caso litighiamo o se c'è un po' da aprirsi.
Fa fatica a socializzare con la gente.
Dice di avere spesso ansia per tante cose e si mangia/gratta via pezzi di pelle dalle dita fino a creare quasi dei buchi e farli sanguinare.
Tiene la roba in casa in un disordine esagerato (tanto da non riuscire più a chiamare ospiti a casa causa troppo caos).
Cataste di abiti buttati in giro, cose per terra ovunque.
Si fissa spesso sull'acquisto di qualcosa. Prima libri, poi dopo un po' cosmetici poi candele.
Da 1 anno passa i weekend e la sera (dopo il lavoro) sul divano a giocare al cellulare o ad archiviare file sul computer (un lavoro lunghissimo quasi impossibile da completare).
Io provo spesso a farla uscire, pianificare una vacanza, un giretto in centro o qualsiasi cosa..ma spesso invano. anzi, si rischia di litigare.
Vita sessuale assente....anzi è quasi tabù parlarne.
Niente sport, niente camminate, quasi niente uscite (se non per andare a cena fuori).
Io non sarò sicuramente perfetto (ho le mie fobie ed i miei limiti, ma ho tantissima pazienza), ma cerco di fare il possibile per invogliarla in qualche modo, per parlarle, cercare di capirla ed ascoltarla...ma sbaglio qualcosa sicuramente. A volte si finisce per litigare per cose quasi infantili o si arrabbia quando le chiedo una mano a fare qualche faccenda domestica.
Mi ha confessato di non sentirsi a proprio agio dove abitiamo ora (casa grande di proprietà, ma nell'appartamento sotto ci sono i miei) e sembra che le dia fastidio la cosa.
Anni fa è andata da un psicologo e sembrava più tranquilla, ma si sta richiudendo molto. Magari potrebbe esserle utile tornarci (anche in coppia se necessario), ma come posso convincerla?
Sono molto preoccupato per lei.
Cosa posso fare?
Grazie e saluti

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Romina Bove Inserita il 10/06/2020 - 21:01

Caro Federico penso che sia necessaria una psicoterapia se la tua ragazza è d'accordo. Sicuramente accompagnarla la potrebbe aiutare ma la tua ragazza ha bisogno di un percorso individuale e si dovrebbe approfondire alcuni aspetti della sua personalità. Sono a tua disposizione per approfondire gli aspetti descritti anche online.
Dr.ssa Romina Bove psicoterapeuta EMDR esperta Mindfulness
Terapia cognitivo comportamentale ( Modena)

Dott.ssa Alessandra Saglimbene Inserita il 04/03/2017 - 15:55

Caro Federico, la terapia è certamente una buona strada, ma dubito che utilizzando la logica razionale della spiegazione sul perchè sia necessario riuscirai a convincerla. Puo provare a dirle che sei tu a voler intraprendere un percorso terapeutico per tue personali difficolta' ( evita di dire che serve a lei e lo fai per i problemi che hai spiegato sopra, perchè produrresti l'effetto contrario a quello che tu desideri ottenere) e che vorresti che lei ti accompagnasse, che hai bisogno che ti stia vicino. Non essendo in alcun modo messa sotto giudizio e senza sentirsi attaccata, non avrebbe motivo di negarti il suo aiuto. In seguito il terapeuta vi indicherà la strada migliore. Ricorda che portare qualcuno in terapia contro la sua volontà è inutile. La motivazione deve venire da dentro. L'altra cosa che devi tenere a mente è che, qualora decidessi di intraprendere da solo tu in prima persona un percorso, inevitabilmente, questo andrebbe ad influenzare il tuo rapporto con lei, perchè diverso sarebbe il tuo modo di entrare in relazione e di conseguenza anche la tua fidanzata si rapporterebbe in modo differente: un piccolo cambiamento porta ad un altro piccolo cambiamento che porta ad un altro ed ancora un altro.. senza accorgertene avrai ottenuto grandi cambiamenti solo facendone di piccoli.
Auguri.