Ines domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/12/2016

Cosenza

Il mio ragazzo non riesce più a farlo con me

Gentili Dottori,
sono una ragazza di quasi 30 anni e sono disperata, ho da qualche mese dato il via ad una convivenza con un ragazzo mio coetaneo col quale sto insieme da circa un anno. Lui è una persona speciale, fragile ed introverso che però sa dare tanto. Io sono il suo opposto. Ma abbiamo una convivenza felice. Per me il sesso sin dall'adolescenza ha sempre ricoperto un ruolo importante nella costruzione della coppia. Ma non facilmente mi lascio andare al di la' di essa: non mi piace tradire. Per il mio compagno attuale il sesso non ha invece costituito un elemento di essenza e credo che sia anche più immaturo di me rispetto alla consapevolezza di coppia. Stiamo imparando a conoscerci ma poi all'improvviso qualcosa è cambiato. Prima, quando non abitavamo insieme e non stavamo neanche insieme ufficialmente (io avevo nel frattempo una relazione con un uomo che non potevo avere), facevamo l'amore spesso, mentre ora sin dal primo momento che siamo venuti a vivere qui sembra che ciò per lui abbia perso d'interesse. Questa situazione va avanti da agosto. Ci coccoliamo e c'è tanta dolcezza ma appena vorrei andare un po' oltre sento che si ritrae. Più volte ne parliamo. Io mi sento frustrata e credo anche lui che ha l'erezione ma appena iniziamo l'atto il suo membro si ritrae insieme a lui. Non so più cosa pensare né come comportarmi. Confido in qualsiasi suggerimento.
Ringrazio anticipatamente.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Inserita il 14/12/2016 - 09:54

Gentile Ines,
tret'anni sono un pò pochi per rinunciare alla sessualità. In una coppia poi, soprattutto all'inizio , la sua espressione ,rappresenta un indicatore importantissimo della qualità della relazione. E' possibile che la sua situazione affettiva precedente, che la vedeva innamorata di un altro, abbia agito da potente afrodisiaco sul suo attuale compagno, che, stimolato dall'idea di sedurre chi apparteneva ad un altro, ha dato il meglio di sè sul piano dell'espressione sessuale e affettiva. La convivenza può avere suscitato al contrario , in lui, un comportamento d'inerzia, prodotto dalla consapevolezza di averLa già conquistata. Quando dice che questo ragazzo è immaturo , credo non sia tanto lontana dalla verità. Egli probabilmente si è ora sintonizzato sul canale "matrimonio", compiendo l'equazione verbale: " matrimonio come tomba dell'amore". Le coccole , sono molto piacevoli e indicano grande tenerezza, ma quando tenerezza e sensualità non vanno nella stessa direzione in un rapporto amoroso, vuol dire che qualcosa non va. Non so per quanto tempo lei possa andare avanti in questo modo , considerata , la sua naturale e sanissima esuberanza sessuale. Non è peraltro possibile pensare che il suo ragazzo abbia del tutto rinunciato ad una attività sessuale di qualsivoglia natura, compreso l'autoerotismo, dal momento che fino a pochi mesi fa egli era più che attivo. Ovviamente ,occorre lei metta da parte ogni ritrosia e scrupolo e affronti a viso aperto la situazione , prima di trovarsi invischiata in qualcosa di ancor più spiacevole. Se desidera consolidare questo legame , sarebbe opportuno, prendere in esame la possibilità di iniziare una terapia di coppia, quantomeno per comprendere meglio ,le dinamiche che sottendono l'esigenza di un comportamento tanto incongruo e controproducente rispetto al benessere della vostra unione, da parte del suo compagno.
Cordialissimi saluti.

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Parma