Vale domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/10/2016

Roma

Chiarimenti su relazione conclusa da poco

Gentili Dottori,
ho 33 anni e scrivo per avere dei chiarimenti circa una relazione conclusa da poco. Sono stata due anni, di cui uno di convivenza con un ragazzo ma a luglio abbiamo deciso di comune accordo di lasciarci poiché le cose non andavano più bene ed io non stavo bene principalmente con me stessa sia per mancanza di lavoro, sia per cause forse esterne, sia perché qualcosa non mi convinceva ma nei suoi confronti l'amore, il legame e il desiderio sono sempre stati forti da parte di entrambi quindi la separazione è stata sofferta per tutti e due. Il problema è che inizialmente lui mi ha cercato dopo una settimana perché stava male ma io avevo bisogno di stare un po' per conto mio e riflettere sul mio disagio e su me stessa. Durante l'estate ci siamo comunque scritti spesso e lui mi ha cercato molto via messaggi facendo trapelare che il sentimento c'era ancora. Quando ci siamo rivisti un mese fa per parlarne abbiamo deciso di riprovarci ma dopo una settimana durante la quale ci siamo solo risentiti come sempre e stavo davvero bene, lui mi ha detto che non se la sentiva, di perdonarlo che il sentimento era diventato razionale da parte sua, insomma era cambiata la cosa da parte sua ma uno strano comportamento, prima si, poi no. Io ho passato un mese davvero bruttissimo, di forte dolore ma ho iniziato a non farmi più domande, né auto incolparmi di nulla e non pensare al passato. Questa settimana però ci siamo visti alcune ore e abbiamo fatto l'amore, un desiderio che non si è mai spento per entrambi. Io ho vissuto l'evento come qualcosa di non legato ad altro, non ho affrontato nessun discorso, né parlato di noi, del passato etc..mi sono vissuta la cosa spontaneamente. Subito dopo lui mi ha scritto che non si sentiva pronto a vedermi in questi termini, nonostante non avessi detto nulla, che non sa cosa gli stia accadendo, che vive una sorta di disagio interiore e che se ne parla sta male.
Secondo Voi sta vivendo una sorta di depressione dovuta alla separazione? Non è più legato a me? Probabilmente è così lo so, però mi piacerebbe avere un parere esperto. Nel frattempo ovviamente io lo lascio stare, non mi faccio viva anche perché non avrebbe senso però sono un poco preoccupata.
Spero di ricevere una risposta.
Grazie mille!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 23/10/2016 - 15:50

Buonasera Vale, credo che sia impossibile sapere con certezza cosa sta vivendo questo ragazzo e quali sono i suoi sentimenti.
Ci sono tante ipotesi che potrebbero spiegare il suo comportamento. Ad esempio, le ha detto che vive una sorta di disagio interiore e non è ben chiaro a cosa sia legato, ma potrebbero esserci dei fattori che forse lei neanche conosce che gli provocano preoccupazione e che influenzano anche il suo modo di rapportarsi agli altri e a lei. In tal caso sarebbe una situazione simile a quella che l'ha portata a voler interrompere la relazione anche perché non stava bene con se stessa.
Inoltre, tenga anche in considerazione il fatto che quando termina una relazione importante, come sembra sia stata la vostra, non è raro che vi siano dei riavvicinamenti, che possono essere anche frequenti ed intensi, ma che non significano necessariamente che alla fine si tornerà insieme. Per molte persone è difficile arrivare ad un distacco netto e definitivo in modo immediato e, quindi, ci si arriva in modo più graduale.
Accenna al fatto che è preoccupata e non mi è chiaro se lo è per questo ragazzo o per se stessa. Dal mio punto di vista in questo momento dovrebbe preoccuparsi soltanto di sé dal momento che questa situazione è difficile anche per lei. Si prepari ad un possibile riavvicinamento da parte di questo ragazzo e valuti cosa sarebbe meglio fare per il suo benessere.
Buona fortuna.