Mia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/09/2016

Napoli

Relazione con una ragazza con borderline

Salve, sono una ragazza di 23 anni, scrivo per chiedere qualche consiglio su come gestire la situazione in cui mi trovo. Sono due anni circa che sto insieme ad una ragazza che presenta tratti conclamati di personalità borderline, ma a detta del suo terapista, non presenta il disturbo in maniera grave. È una ragazza molto simpatica ed affabile, scherzosa, intelligente ed in ambito relazionale riesce a gestire al meglio il nostro rapporto, insieme io e lei stiamo bene. Ma purtroppo, i problemi non mancano. Mi rendo conto che quando non siamo vicine (abitiamo in due città diverse, ma non lontane), lei è molto più fredda, sembra avere difficoltà a gestire la distanza, a capire che è necessario sentirsi telefonicamente quando non è possibile vederci, é come se la distanza per lei fosse un ostacolo enorme, quasi una possibile causa di rottura, nonostante riusciamo a vederci almeno due volte a settimana. Ma soprattutto -problema più grave- non è in grado di tenere separati i suoi problemi personali/familiari dalla nostra relazione. Spesso lei litiga con sua madre, o sta male con sé stessa, e finisce per riversare la sua rabbia nel nostro rapporto, anche allontanandomi nei casi più gravi. Ora, sono consapevole che non sia semplice gestire una relazione simile, e più continuo a cercare su internet, più continuo a leggere solo ed unicamente storie devastanti la cui conclusione è: non stare con persone con questo disturbo. Il punto è che io tengo a lei, sto bene con lei, lasciarla non é ancora tra le mie alternative. Per questo vorrei riuscire a trovare il modo migliore per gestire questa situazione, per parlare con lei del fatto che sentirci poco a me pesa, che essere allontanata mi ferisce. Ed è per questo che chiedo consiglio a voi. Cosa posso fare per "cambiare" questo suo modo di fare, quando siamo lontane? Come posso farle capire che a lei tengo davvero e che, pur essendo una persona forte, spesso ci rimango male per questi suoi comportamenti così distaccati nei miei confronti? Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione! Saluti.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia CAMPISI Inserita il 28/09/2016 - 09:21

Buongiorno Mia,
cercare delle alternative ad un problema dimostra la sua maturità e l'impegno emotivo che investe in questa relazione in cui crede e alla quale non vuole rinunciare.
Ha avuto modo di parlare direttamente con il terapeuta che segue la ragazza per chiedere, a chi ne conosce più approfonditamente le fragilità ma anche le risorse, quale atteggiamento possa essere più costruttivo ed utile per gestire il problema delle distanze...
La difficoltà a gestire una relazione a distanza è molto frequente e può diventare un problema per tante coppie che ne soffrono a causa di insicurezza, dipendenza dal partner, gelosia e bisogno di controllo...ecco le ho fatto solo alcuni esempi.
Il consiglio è di farsi aiutare da chi ha maggiori elementi di valutazione o in caso contrario di confrontarsi lei con un professionista autonomamente per analizzare meglio le difficoltà e l'impatto che ne deriva in lei.
Spero di esserle stata utile, non esiti a contattarmi.
Dr.ssa Claudia Campisi