Anna domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/12/2015

Napoli

Gravidanza e sindrome di gelosia retroattiva

Salve, sono una ragazza di 20 anni e ho bisogno di un forte aiuto. Ho avuto una bellissima storia di quasi due anni con un ragazzo meraviglioso, tutte le sue attenzioni erano rivolte a me, ogni giorno valeva zero se non mi incontrava. Io sono allo stesso modo innamorata di lui, per me non c'è nulla di più importante. Dopo aver progettato la mia vita su di lui ( la mia intera vita, già avevamo programmato un futuro insieme, una casa, un matrimonio, tanti bambini) una sera facemmo un discorso. Gli confessai che tempo prima di stare con lui, ho avuto una relazione con un ragazzo con il quale ho avuto anche rapporti sessuali. Il suo mondo è crollato, non voleva più vedermi ne sentirmi.. Io ero disperata, perché ci avevo messo l'anima per riuscire a fidanzarmi con lui.. quando ci siamo conosciuti per 7-8 mesi il mio mondo non girava che attorno a lui, anche se non mi voleva. Quando pensavo che lui cominciasse a provare qualcosa verso di me (io ho perso con lui la verginità), si fidanza con la mia migliore amica. Per me fu un trauma, e dopo questo mi frequentai con quel ragazzo. Dopo un po, la cosa finì perché quest ultimo non mi voleva realmente, non è mai stato un amore. Ma quando il mio attuale ragazzo mostrò un vero interesse verso di me io non ho potuto che mentirgli, perché finalmente mi voleva per quella che ero, e se gli raccontavo di quella "frequentazione" non si sarebbe mai avvicinato a me... È grazie a questo che abbiamo passato una storia bellissima, non litigavamo mai e la mia vita è cambiata e migliorata.. È da un mese che non sta bene, ci ha provato a stare con me ma a volte prova ribrezzo anche a toccarmi. Nel vostro gergo ho visto che questa si chiama "sindrome di gelosia retroattiva".. Lui ha esattamente questi sintomi. Anche se ha provato in tutti i modi a ritrovare il nostro amore, non accetta il mio passato, lo paragona ad un tradimento ma io non l'avrei mai e poi mai tradito.. Mi sento male ogni giorno.. Ieri ha trovato un mio vecchio cellulare e ha visto una conversazione con questo ragazzo, mi ha riempito di insulti e mi ha detto che gli faccio ribrezzo, non potrà mai perdonarmi tutto questo. Mi ha detto che non sono il tipo di donna con cui voleva stare, se l'avesse saputo prima non si sarebbe mai fidanzato con me. Ripenso a tutto questo ed è come se avesse totalmente dimenticato la nostra storia.. La cosa che mi fa star peggio, è che forse sono incinta (molto probabile), e la cosa non è stata casuale. Voleva rilegarsi a me così tanto che ci siamo buttati a capofitto in questa esperienza. Mancano pochi giorni e farò un test di gravidanza ma mi sento sola, sola come non mai.. Dormo per non pensarci e lui non si interessa proprio a me.. Ho distrutto la nostra bellissima relazione in un attimo e non so da chi farmi dare consigli... VI PREGO AIUTATEMI. Come curare questa sua gelosia nei confronti del mio passato? Scusate e grazie se mi risponderete..

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Inserita il 31/12/2015 - 01:07

Gentile Anna,
la sua richiesta è fra quelle che mi fanno sperare di averla di fronte per poterla aiutare davvero.
In ogni caso, provo a cominciare un discorso in questa sede.
Le riporterò alcune sue frasi per cercare di metterla di fronte ad una situazione che forse sta cercando di non vedere.

Si soffermi sulla sua frase:
"quando il mio attuale ragazzo mostrò un vero interesse verso di me io non ho potuto che mentirgli, perché finalmente mi voleva per quella che ero".

La domanda che le faccio è: come è possibile mentire ed essere contemporaneamente "voluta" per quello che è?
Riformulando, si potrebbe chiedere "come può pensare di essere amata davvero per quella che è, cioè con le sue normalissime esperienze sessuali e affettive, comuni ad una qualsiasi ragazza della sua età, se deve mentire per essere come il suo ragazzo vorrebbe che fosse"?
Un'altra frase: "È grazie a questo che abbiamo passato una storia bellissima, non litigavamo mai ".
In altre parole, grazie ad una bugia, non si litigava. Purtroppo, non litigare mai non è normale. E' un rapporto finto, non reale. Litigare non sarà piacevole, ma a volte è utilissimo, perché si delineano i limiti del rapporto e del RISPETTO reciproco.

Infine, l'ultima domanda che posso farle qui è: Lei davvero vorrebbe passare la vita a fingere di essere diversa per non "urtare" la sensibilità di una persona che non vuole accettare di non poter avere il controllo sul passato della sua fidanzata?

Vuole davvero avere dei sensi di colpa per un problema che ha il suo ragazzo e non Lei?

Il problema del suo ragazzo non sembra solo essere quello della gelosia retroattiva. Purtroppo spesso si tratta di di insicurezze che le persone cercano di colmare controllando l'altro. Potrebbe anche trattarsi di paura del "confronto".

Il consiglio che le do è: non finga con nessuno, soprattutto con se stessa.
Aiuti il suo ragazzo a cambiare, a maturare e a comprendere che non c'è nessun confronto e che le sue paure rischiano di farla allontanare, come si allontanerebbe qualsiasi ragazza al posto suo, perché si sente rifiutata. Gli faccia capire come LEI si sente, non mettendo sempre in primo piano i bisogni del suo ragazzo, ma rivendicando anche i suoi. Nessuno può avere il controllo sul passato; però ci si può impegnare per essere amati e amare nel presente e nel futuro.

Per la gravidanza, spero che la questione si sistemi nel modo che le faccia più piacere.

Se volesse contattarmi per un colloquio online, sarò lieta di riprendere il discorso qui cominciato.
Le auguro buon anno.

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino - Psicologa, Roma
www.nonsolofreud.it