NatM87 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/02/2014

Modena

Chi amo davvero?

Intanto buongiorno a tutti voi.
Scrivo qui perché non so darmi pace, non riesco più a vivere serenamente e rendo infelice chi mi sta intorno. Tutto questo perché non riesco a capire quale sia la strada giusta da prendere.
Ho avuto una bellissima storia con un ragazzo meraviglio. Siamo stati insieme quattro anni, anche se nell'ultimo ho avuto un calo della libido e un generale disinteressamento sessuale; senza riuscire a capirne il motivo, l'avevo accettato di buon grado. L'anno scorso invece ho incontrato per caso un altro ragazzo che si rivelò essere la mia prima cotta infantile delle elementari e incuriosita decido di conoscerlo meglio e di condividere questa conoscenza anche col mio compagno. Ero fermamente convinta di volere soltanto un'amicizia, ma pian piano si é instaurata in me una specie di attrazione che poi é diventata insostenibile e con grande dolore scelgo di lasciarlo perché non era giusto che pensassi all'amico anche quando stavo col mio ragazzo.
Inizia il calvario e scendo negli inferi. Conosco meglio il nuovo amico e ci sto insieme ma é terribile perché continuo a sentire il mio ex. Non riesco a dimenticarlo, a metterlo da parte e ricominciare. Pensavo che con il tempo ci sarei riuscita ma ora che lui é felice con un'altra donna io, pur essendo contenta per lui che finalmente non soffre più per me, non mi dò pace perché sento di aver perso l'uomo della mia vita. Ora sto facendo soffrire il ragazzo con cui sto ora e non se lo merita. Vorrei avere la testa e il cuore per una sola persona, vorrei dedicarmi a una sola, ma non so a chi. É meglio stare da sola o intraprendere una nuova strada con questo ragazzo? Vi chiedo una mano gentilmente.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonino Savasta Inserita il 21/02/2014 - 01:23

Gentile NatM87,
quando i sentimenti ci dominano così fortemente potrebbe essere utile riprendere il controllo su noi stessi.
Se il suo ex è solo un ricordo, nel senso che lui è felice con un'altra ragazza e tra voi è finita e di lui rimane solo questo aspetto emotivo di "ricordo" appunto, decida volontariamente di non cedere a questa sensazione malinconica legata al passato, a qualcosa che rimane vivo soltanto dentro di lei. Continuando a pensare e farsi travolgere da questa "passione" ne rimane vittima inerme. Come essere in mare in una barca senza remi, né timone. Questo può essere un metodo utile in questo caso specifico, da non utilizzare in maniera massiccia su tutti gli aspetti emotivi. Sentire ciò che proviamo è importante. Se questi però ci dominano e prendono il sopravvento, e si trasformano in fantasmi interiori, personalmente penso vadano considerati per quanto valgono. Solo un ricordo che si può decidere di evitare.
Se qualcosa non le fosse chiaro, mi contatti. Sarò felice di renderle chiarimenti.
Cordialmente,
Dottor Antonino Savasta,
Pistoia, Prato.

Dott. Michele Matera Inserita il 21/02/2014 - 22:42

Gentile NatM87, vorrei invitarla a riflettere proprio sulle sue parole: "disinteressamento sessuale; senza riuscire a capirne il motivo, l'avevo accettato di buon grado". In realtà le sue parole denotano già un distacco in quel periodo, reso palese da questo "disinteressamento sessuale" ed ancor più dall'invischiamento avuto con un'altra persona diventata successivamente il suo attuale ragazzo. Credo che in lei, oltre ad una forte confusione, ci sia anche una difficoltà nel riconoscere i sentimenti. Adesso sta realizzando la reale perdita del suo ex ragazzo ma saprebbe rispondere sinceramente alla domanda: cosa prova per il suo attuale fidanzato?

Resto a disposizione
Dott. Michele Matera - Bologna -
Psicologo ad indirizzo Clinico e della Salute
www.michelematera.it
info@michelematera.it