Cinzia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 26/06/2015

Ascoli Piceno

Problemi di coppia

Ciao sono una ragazza che è in crisi con il suo ragazzo con cui ha una storia da 1 anno e 5 mesi circa. Sin dall'inizio io ho sempre cercato di assecondare tutte le sue paure tutti i suoi dubbi, insomma cercavo in ogni modo di dargli certezze e di tranquillizzarlo arrivando a dargli ragione anche quando era nel torto marcio pur di non litigare. Io mai avuti dubbi, mi professavo follemente innamorata di lui, era la mia unica certezza, l'unica cosa che mi serviva. Quest'anno però vado in gita scolastica e mi trovo in una situazione strana, nel senso che non lo tradisco né niente ma dopo una chiacchierata con qualche amica capisco all'improvviso, come un'illuminazione, che non è lui che voglio accanto a me. Mi diverto in gita, sono spensierata, mi distraggo. E inizio a parlare con un nostro professore che già conoscevo, giovane, 30 enne, bello, e "strano". Ha una mente davvero intrigante. Non è il "solito", è strano, è diverso. Mi attira. Insomma è come se prendessi una cotta per lui. E mi sento in colpa nei confronti del mio ragazzo, in un certo senso è come se l'avessi tradito perché lui non avrebbe mai sopportato una cosa del genere essendo gelosissimo. Al ritorno dalla gita la prima cosa che faccio è parlare con il mio lui di tutte le cose che mi mancano nel nostro rapporto, cerco di fargli capire i miei problemi, gli dico che mi sento confusa. Insomma, mi apro. Ma non gli dico del professore, non gli dico che parlo con altri ragazzi anche se molto tranquillamente, niente di "brutto". Mi faccio dare da questo professore anche un passaggio fino a casa un giorno, e al mio lui non lo dico. Però mi sento davvero in colpa, quindi arrivo a lasciarlo, a dirgli che mi serve del tempo perché non riesco a trovarmi con lui, che non ha cose che io voglio, non mi da attenzioni, mi da quasi per scontata, tant'è che arriva a dire "io sul tuo amore nei miei confronti ci avrei messo la mano sul fuoco". Insomma è un mese e io continuo ad essere confusa. Forse non voglio vedere la risposta negativa alla storia, ma ci sono troppe cose che non sa e che se venisse a sapere sarebbe la fine. Cosa devo fare? Lui mi ama, tanto. Sta facendo l'impossibile per tornare con me. Mi sta dietro da un mese, ma io non riesco a dirgli ''si voglio ritornare con te''. Grazie in anticipo.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 01/07/2015 - 11:16

Viterbo
|

Cara Cinzia,

in genere quando in una coppia subentra il "terzo", più o meno reale, agito o fantasticato, significa che (probabilmente) si sta attraversando una crisi e come tale andrebbe affrontata.
Ogni crisi è un bivio dove o si risolvono le questioni che non vanno oppure si cambia strada.
Valuta bene questo interesse per il professore, perché lui non dovrebbe averlo per te (se è un bravo professore), poi è chiaro che ti sembra "strano, diverso dal solito ecc." ha molti più anni ed esperienza di te.
Cosa devi fare lo sai soltanto tu, ma visto che non hai ancora le idee ben chiare, prenditi del tempo per riflettere e vedrai che in futuro la situazione ti sembrerà più limpida.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo clinico e forense, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica