Francesco  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/09/2021

Milano

Feticismo, sottomissione e DOC. A chi devo rivolgermi?

Salve, cerco di essere il piú breve possibile.
Ho 30 anni e soffro da sempre di feticismo dei piedi e desiderio di sottomissione alle donne, cosa che non mi ha mai permesso di avere un rapporto sessuale, non provando eccitazione con i metodi diciamo cosí tradizionali.
Oltre a ciò, si aggiunge il disturbo ossessivo compulsivo, che mi ha sempre fatto nascere paure e pensieri assolutamente irrazionali, illogichi e appunto ossessivi, con diversi alti e bassi.
Quasi un anno fa ho deciso di iniziare un percorso di psicoterapia, tramite ipnosi vigile regressiva.
Ho fatto oramai centinaia di sedute, ho avuto molti e importanti miglioramenti sotto il lato sessuale, inziando a provare interesse e piacere verso le zone erogene tradizionali e riuscendo finalmente ad avere il mio primo rapporto sessuale circa 1 mese fa, seppur con l'aiuto del viagra, senza raggiungere l'orgasmo e con molte difficoltà dovute all'assoluta inesperienza.
A volte però tornano fuori i pensieri di feticismo, sottomissione, eccetera, soprattutto quando si scatena il DOC, che con i miei pensieri, paure e convinzioni irrazionali mi butta giú, mi toglie la serenità, e quando sono giú e infelice ecco che il pensiero torna ai piedi, alla sottomissione.
DOC che magari mi blocca anche da un momento all'altro anche senza finire sul feticismo, prima magari della possibilità di un rapporto sessuale, sono sereno, sicuro, ecco che arriva il pensiero o la paura irrazionale ed ecco che scompare tutto, serenità, sicurezza, eccitazione...
E DOC che chiaramente influisce anche in tutti gli altri ambiti della mia vita.
Purtroppo se la psicoterapia che ho intrapeso ha dato ottimi frutti sul discorso sessuale, non posso dire lo stesso per quanto riguarda il DOC, che sembra quasi non essere migliorato per niente.
La mia domanda è, a chi posso rivolgermi per risolvere i miei problemi sessuali, che comunque esistono ancora seppur migliorati, e contemporaneamente per risolvere il disturbo ossessivo? Ho cercato molto ma non ho trovato nessuno specializzato in entrambi i campi.
E a quale tipologia di terapia devo affidarmi (congitivo-comportamentale, breve strategica, ecc...)?
Grazie.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 21/09/2021 - 15:18

Roma
|

Caro Francesco,
quello che posso consigliarti è di parlare con il tuo terapeuta espressamente dei tuoi dubbi, in modo che lui stesso potrà indirizzarti in caso, se ritiene, ad un collega per lavorare sul DOC.
Per mia esperienza e per evidenze scientifiche non esiste un metodo migliore di trattamento rispetto ad un disturbo ma è fondamentale l'alleanza terapeutica che si crea tra terapeuta e cliente, soprattutto in disturbi che riguardano così nel profondo la vita e il benessere delle persone.
Posso dirti che la tua consapevolezza rispetto ai tuoi disagi, alle difficoltà e soprattutto agli obiettivi da raggiungere sono un ottimo predittivo di riuscita.
Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Un caro saluto
dott.ssa Loredana Trebisacce

Dott.ssa Claudia Irene Gambero Inserita il 21/09/2021 - 15:13

Milano - Centro storico
|

Caro Francesco,
capisco la sua frustrazione, ma forse dovrebbe continuare ad affidarsi alla terapia che ha già in atto. A prescindere dalle tipologie di terapia, quello che cura è la relazione terapeutica e la sua sembra averle già dato grandi frutti in solo un anno!
Non molli!
Dr.ssa Claudia Irene Gambero