monica  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/02/2019

Padova

Mancanza di intimità e blocco sessuale del mio ragazzo

Buongiorno, sto con il mio ragazzo di 30 anni da 2 anni. Lui è ancora vergine, mentre io no. in tutto questo tempo solo una volta, all'inizio della relazione, abbiamo provato ad avere un rapporto , ma a causa dell'agitazione lui non è riuscito ad avere un'erezione. Da quel momento non ci sono più stati tentativi da parte sua. si dimostra quasi disinteressato nei confronti del sesso e sembra non desiderarmi; non mi ha mai toccata. si sono creati molti malumori e conflitti da parte mia, perchè non mi sento voluta. gliene parlo spesso e gli dico che questa mancanza mi fa stare male; non so se così vado ad accrescere aspettative in merito al rapporto e lo inibisco ulteriormente.
recentemente, sono riuscita a praticargli per la prima volta del sesso orale, lui era eccitato e voleva avere un rapporto con penetrazione, solo che in quel momento ha perso l'erezione e mi ha chiesto scusa.
Negli ultimi giorni c'è stato un altro momento in cui abbiamo avuto delle effusioni, ma per tutto il tempo lui non è riuscito ad avere un'erezione. Gli ho praticato allora una fellatio, ma l'erezione era molto debole, diversamente dalla volta precedente. Sono davvero molto preoccupata, appena provo a chiedergli se ha delle fantasie diventa timido e si chiude.
Lui dice di voler stare assieme a me e di voler ad avere un rapporto sessuale.
come mai non riesce ad avere un'erezione?? penso che sia molto ansioso in merito al rapporto. Dice di aver bisogno di tranquillità e di sentirsi 'a casa' con me. Come potrei pormi per aiutarlo? grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta Altieri Inserita il 09/02/2019 - 18:09

Milano
|

Gentile Monica,
da quello che racconta sembra che il suo ragazzo abbia un problema importante nella sfera sessuale che andrebbe affrontato al più presto.
Il primo passo necessario, se non l'ha mai fatto, è quello di una visita specialistica andrologica, in modo che il medico possa valutare l'eventuale presenza di disturbi di tipo organico, magari sconosciuti o mai affrontati.
A volte, se c'è un'impotenza che ha basi fisiche ma che non è stata diagnosticata, si possono innescare sensi di inadeguatezza molto profondi che interferiscono, poi, con la sessualità in generale, dal desiderio al rapporto fisico vero e proprio.
Successivamente sarebbe senz'altro opportuno rivolgersi ad un sessuologo, o anche a uno psicoterapeuta, per valutare e affrontare le componenti psicologiche di questa difficoltà.
Inviti il suo ragazzo ad intraprendere questo cammino, affiancandolo e accompagnandolo se lo richiede, e abbiate fiducia negli specialisti che incontrerete. Molti auguri!