Anastasia  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/12/2018

Come capire se sono pronta a smettere di prendere la pillola?

Buona sera, mi sento così stupida a scrivere qui perché mi rendo conto che non ho un gran problema ma ne sento il bisogno.
Ho 30 anni e sono fidanzata da 7 anni, di cui 5 di convivenza, col mio ragazzo anche lui di 30 anni. Nel 2019 se tutto va bene compreremo casa. Prendo la pillola da 13 anni e a metà anno ho iniziato a pensare di smettere la pillola alla fine dell'anno. Questo perché il mio medico mi ha detto cmq di pensare che una volta che la smetto di lasciare tempo al mio corpo per riprendere il suo ciclo naturale prima di magari fare dei figli. Ora siamo a fine anno...e non so...non so se sono pronta a smetterla...ho paura che il rapporto sessuale cambi senza volerlo dover interrompere un momento bello per giustamente proteggersi può rovinare la situazione forse...il mio compagno è stato molto carino e ha detto che lui rispetta la mia decisione perché il corpo è mio e capisce che dopo 13 anni voglia smettere...ma ora non lo so sta sera non capisco cosa voglio fare o meno...e devo ammettere che non mi piacciono i cambiamenti in generale soprattutto all'inizio ahahaha mi sento un po' triste e malinconica...forse perché non so rispondermi o capire cosa voglio fare.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 21/12/2018 - 17:03

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Virginia,
Del suo messaggio mi ha colpito da subito l'autoattribuzione di "stupida" con cui ha esordito.
Come mai pensa questo in relazione alla situazione che ha descritto?
Ad ogni modo, cercherò di aiutarla a capire cosa sia meglio fare, facilitando l'esplorazione dei suoi stati d'animo.
A tale scopo può essere utile per lei chiedersi cosa significa "fare figli".
Cosa teme possa accadere qualora diventi madre?
Consideri che la condizione di madre o anche solo l'ipotesi che ciò possa avvenire, può attivare nella donna emozioni contrastanti.
Quindi, è probabile che questo eventuale "cambiamento" abbia motivato le sensazioni di "malinconia" e tristezza a cui accennava.
Se è motivata a fare chiarezza su questi aspetti, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 21/12/2018 - 20:25

Gentile Virginie,
Non è affatto una domanda così stupida soprattutto se, come ha scritto, ha sentito il bisogno di condividere le sue perplessità.
Per quanto riguarda gli effetti a lungo termine della pillola, sicuramente un parere medico è più appropriato ma dev riferirle che nel settore i pareri sono controversi. Lei inoltre parla di "medico", si riferisce ad un ginecologo o a un medico di base? Senza nulla togliere a quest'ultima figura, per un parere specifico è meglio sentire un professionista. Sebbene al corpo inoltre possa servire del tempo per riprendere il ritmo naturale, è importante sottolineare che se non desidera dei figli è necessario utilizzare un'altra precauzione in quanto è possibile da subito rimanere incinta.
Rifletta su questi ultimi elementi e se non se la sente, nessuno può imporle di pensarla diversamente!
Una consulenza psicologica potrebbe aiutarla a fare chiarezza nei suoi dubbi, così come le consiglio una visita ginecologica se non ha ancora provveduto.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa e Consulente Sessuale
Arluno (MI)