Rudy Wade domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 30/03/2015

Milano

eiaculazione precoce

Salve sono un ragazzo di 23 anni e vorrei chiedere qualche delucidazione su tale "fenomeno".

Quando ho rapporti sessuali noto che nella prima "manche" non riesco a controllarmi e ciò sfocia quasi sempre in un'eiaculazione precoce. Credo sia principalmente psicologica, in quanto ho smesso di fumare, mangio sano, attività fisica costante settimanale e ho provato anche a fare gli esercizi di kegel per un periodo di circa 3 mesi inoltre capita sempre indipendentemente dalla frequenza sessuale.
Inoltre ho subito qualche anno fa un'operazione di circoincisione causa fimosi , che mi ha diminuito notevolmente la sensibilità del pene.

Seppur andando a controllare i muscoli del pavimento pelvico(come detto da esercizi kegel), seppur mantenendo un respiro normale, rilassando gli addominali e i glutei sento sempre la prima volta il bisogno impellente quasi fisico di venire. Ciò per me non rappresenta un problema quando vado con ragazze non a pagamento, in quanto anche dopo essere venuto continuo il rapporto sessuale per un periodo di due/tre minuti e dopo faccio finta di venire, per poi riniziare subito dopo una nuova "manche". Nella seconda "manche" in genere non vengo mai a parte rari casi.

Il problema sussiste con ragazze a pagamento (oltre ad occasioni con ragazze free in cui non si utilizza il preservativo) in qui in teoria non dovrei avere alcuna ansia da prestazione, il problema di fondo è che a parte lavori orali non posso effettuare altre attività per ovvi motivi.

Quindi sinceramente non capisco quale sia la base di tale problema e come poter intervenire.

Sperando di non incappare in alcun moralismo, un metodo di risoluzione prevede lo psicologo oppure vi sono esercizi, metodi alternativi che si possono effettuare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 07/04/2015 - 14:02

Viterbo
|

Gentile Utente,

è importante fare un intervento integrato, dovrebbe quindi rivolgersi ad un andrologo per una visita e in parallelo ad uno psicologico per una valutazione del caso. Se la valenza psicologica del disturbo è predominante, dovrebbe essere trattata con la psicoterapia (previa valutazione e diagnosi certa).
Gli esercizi da lei citati non credo siano utili per l'eiaculazione precoce, così come non è utile il "fai da te".

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
www.psicologoaviterbo.it