spugna domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 27/02/2015

Vicenza

Dove sono finito!?

Salve, non saprei da dove iniziare ma forse è il caso di dire che ho 28 anni vivo da solo e sto attraversando un periodo difficile, uno dei tanti ... Con i colleghi e conoscenti apparentemente ho un comportamento normale ma con le persone che realmente mi vogliono bene come ad esempio i miei genitori ( che vivono a 500 km da me) tiro fuori il peggio di me , sono nervoso e arrabbiato .. Ho sempre fame e vivo male diverse situazioni del giorno ... Ho lasciato anche quella che era la mia fidanzata le cose non andavano non c'è complicità mentre l'ambiente lavorativo è un mondo di invidiosi quindi sono un po isolato anche li un po colpa mia che non sono mai stato bravo a far amicizia con chiunque .. Preferisco pochi ma buoni ... Non so più come fare per ritrovare la mia serenità .. Sono una persona a cui non piace piangersi addosso anzi cerco di trovare sempre il positivo in qualunque cosa accada ... Ma non va sempre tutto bene

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 03/03/2015 - 10:00

Gentile ragazzo,

cercare di trovare sempre il positivo in qualunque cosa non è sufficiente; al contrario,, le sarebbe più utile capire cosa realmente la infastidisca o le crei disagio in determinate situazioni o quando è con certe persone.

Il suggerimento che posso darle è di chiedere un consulto ad uno psicoterapeuta della sua città, con il quale potrà approfondire il significato di alcuni comportamenti apparentemente immotivati e imparare a vivere con più leggerezza i suoi anni, soprattutto con una serenità che oggi non ha.

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo Psicoterapeuta Napoli
Napoli Soccavo - Pompei - San Giuseppe Vesuviano
http://www.psicodialogando.com/

Dott.ssa DANIELA SIRTORI Inserita il 05/03/2015 - 11:36

Buongiorno Spugna,
ha ragione: non va sempre tutto bene, capitano periodi, come forse quello che sta attraversando in cui si è insoddisfatti di tutto e tutto viene messo in discussione. Partire da se stessi è un buon modo per fare chiarezza e mi auguro che il suo post sia un inizio in questa direzione. Per quanto riguarda le relazioni tenga presente che più è selettivo nelle amicizie e minori sono le possibilità di circondarsi di amici.
Cordiali saluti
Dssa Daniela Sirtori - monza

Dott.ssa Emanuela Carosso Inserita il 01/03/2015 - 06:54

Mi pare che lei abbia un problema con l'accettazione di sé, un'insoddisfazione che le genera frustrazione che viene scaricata su coloro che le sono più vicini. Cerchi un professionista esperto in grado di accompagnarla nell'autoconoscenza, in modo da capire quali parametri nella sua vita vadano modificati affinché lei possa trovare quella pienezza di esistenza che genera soddisfazione e annulla la frustrazione. Auguri.