silvysilvia domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 06/08/2014

Bologna

Sonnambulismo

salve. soffro di sonnambulismo da quando ero bambina.
Volevo chiedere una cosa a riguardo.
Visto che sto passando un bruttissimo periodo di stress, mio padre non lavora, ho perso da poco il lavoro, e lavora solo mia mamma; volevo chiederle.
E' possibile commettere un "furto" 20€ non di più mentre si dorme?
Sono una persona molto onesta a livello consapevole, ho sempre aiutato il prossimo come meglio potevo. Sono cresciuta con sani principi morali e non farei mai una cosa del genere!!. Però in casa del mio ragazzo, mentre ero presente anche io, sono spariti 20€ e posso essere stata solo io a quanto dice lui, mentre ero li a dormire.
Ora, è possibile che a livello inconscio possa averli presi io e poi nascosti anche a me stessa per non ritrovarli il giorno dopo, come se ne avessi bisogno per qualcosa?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Camilla Marzocchi Inserita il 12/09/2014 - 12:59

Gentile Silvia,
concordo con la collega sulla possibilità che si tratti di un errore o di una strana coincidenza.

Al di là di questo episodio, mi sento tuttavia di suggerirle per il futuro di pensare alla possibilità di comprendere meglio l'origine di questo sonnambulismo che la accompagna da anni.
Si tratta di una forma di insonnia, che tende ad accentuarsi nei periodi di stress, ma è possibile trattarla e comprenderne meglio le cause.

La saluto cordialmente,
Dott.ssa Marzocchi
Bologna (BO)

Dott.ssa Emanuela Carosso Inserita il 18/08/2014 - 15:01

Gentile Silvysivia,

livello teorico tutto è possibile, indubbiamente, ma spostandoci su di un piano pratico, ti risponderei che, se non è stato possibile rintracciare i 20 € sulla tua persona, nel tuo portafoglio, nella tua borsa, nelle tue tasche, o comunque in qualche nascondiglio da te raggiungibile nei momenti in cui si sarebbe svolto il furto, mi pare piuttosto improbabile che tu sia l'autrice del reato.
Ricorda che è onere dell'accusa provare la colpevolezza del presunto colpevole, quindi non sta a te provare la tua innocenza!
Tanto più se non hai la minima percezione di avere commesso questa azione, nè il minimo ricordo al proposito.
In conclusione, è più probabile che il tuo ragazzo si sbagli, che il denaro non fosse più lì dove ricordava oppure che sia stato preso da altri.
Soprattutto, non mancare di utilizzare il tuo senso critico e non autoaccusarti di qualcosa che non ricordi, in assenza di riscontri obiettivi.
Auguri!