Luca domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 27/04/2016

Incapacità di relazione

Ciao, sono un ragazzo di 24 ho avuto un'importante storia d'amore finita male (già da 3 anni) perché ho fatto molto per lei e in cambio mi sono state anche rinfacciate delle cose, il che, dopo qualche occasione mi ha fatto esplodere come un vulcano.
Da quel momento in poi sono uscito con pochissime ragazze, ma con nessuna è andata bene perché appena vedo qualcosa che non mi "sconfinfera" nel comportamento mollo la presa oppure non riesco a gestire le differenze di opinioni/carattere.
Nell'ultimo anno purtroppo la cosa si è evoluta nel fatto che non trovo più piacere nel conversare con una ragazza, e più in generale con una persona, nel senso che qualsiasi sia l'argomento della discussione (come se fossi sfiduciato sin dall'inizio) io lo taglio subito di netto con risposte secche senza argomentare o mostrarmi interessato e come conseguenza di ciò è come se avessi creato un muro che evita alle persone di conoscere molte parti di me.
Eppure non sono mai stato più di tanto introverso, anzi sono anche un tipo giocherellone e pieno di interessi, ad esempio sono un ballerino, un musicista e uno sportivo.
Sarei molto contento e sollevato se ricevessi un pò di aiuto da voi, grazie! :)

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 28/04/2016 - 07:44

Napoli
|

Caro Luca, non mi è chiaro da quanto tempo ha chiuso la storia precedente, ad ogni modo se nota un cambiamento a seguito di quest'esperienza, immagino che c'è qualcosa di non realmente concluso, di non elaborato. Separarsi non è mai facile, è un processo che continua anche quando di fatto la storia è finita, proprio perché il nostro mondo emotivo "gira" più lentamente rispetto agli eventi, che spesso, al contrario, sono troppo veloci.
Quando scrive "come se fossi sfiduciato dall'inizio" mi fa pensare che c'è qualcosa che ha lasciato in quella storia. Forse è il caso di ritornarci seppure solo mentalmente ed emotivamente per poter capirne meglio le responsabilità, individuare cosa sente di aver preso e cosa invece vuole lasciar andare, non vuole prendere per non appesantirsi. Solo così potrà chiuderla definitivamente evitando che continui a condizionare il suo modo di guardare al suo futuro relazionale.

Cari saluti
Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa, Psicoterapeuta Relazionale
Napoli