cristina domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 13/04/2016

bambina isolata

Salve o figli 11anni va a scuola,e isolata da tutti neanche la salutano indifferenza totale ,lei e timida e un po in carne ,lei e andata per inserirsi nel gruppo ma la mandano via gli parlano spalle tutto questo senza che nessuno veda scuola va solo e resta sola fin che finisce, non vuole più andare cosa devo fare???? Per maestre e tutto OK

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 13/04/2016 - 14:16

Salve Cristina,
nella mia esperienza lavorativa entro sempre più spesso in contatto con ragazzini e famiglie che vivono situazioni simili che spesso assumono le forme di vero e proprio bullismo molto frequente nella fascia preadolescenziale e quindi in quella di sua figlia. Nel caso delle ragazzine è più velato e indiretto, in quanto raramente si arriva a scontri diretti (come nel caso dei maschi), si esprime, infatti, spesso attraverso il pettegolezzo o l'esclusione. In ogni caso è motivo di forte disagio per i ragazzini in quanto la sfera relazionale è una parte importante della loro vita. Nel suo caso occorrerebbe approfondire alcuni aspetti. Mi chiedo, infatti, come stia sua figlia in altri contesti in quanto quello scolastico è solo uno dei possibili universi relazionali da cui può attingere.Fa, ad esempio sport, ha delle amiche estive, frequenta associazioni o luoghi di ritrovo? Sarebbe infatti interessante capire come si relaziona in tali circostanze e soprattutto darle la possibilità di esperienze sociali maggiormente gratificanti. In tal caso potrebbe sicuramente attingere da tali esperienze strumenti e competenze da portare con sè nel mondo scolastico o comunque imparare a relativizzare l'esperienza in questo contesto. Resta però importante che anche a scuola si possa sentire a suo agio per consentirle di frequentarla con piacere e per evitare il rischio di ricadute sul rendimento. Non capisco, pertanto, cosa intende dicendo che per le maestre è tutto ok. Ciò che mi sembra abbia la precedenza è il vissuto della ragazza e chiedere alle insegnanti un'alleanza per facilitare la costruzione di un gruppo sereno.

Spero di esserle stata di esserle stata d'aiuto,
saluti

Dr.ssa Laura De Martino
Psicolgo, Psicoterapeuta Relazionale
Napoli