giovanni domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 13/04/2016

Firenze

Correlazione dolori fisici e problemi psichici

Sono un ragazo di 19 anni. Da circa 4 anni soffro di dolori articolari in tutto il corpo, facile stancabilità e difficoltà nel recupero fisico dopo uno sforzo . La mattina mi alzo stanco come se non avessi dormito (pur dormendo 8-9 ore) ed ho tutto il giorno senso di confusione, difficoltà a concentrarmi e improvvise perdite di memoria di quello che stavo facendo o volevo fare un attimo prima. Ho fatto accertamenti neuromuscolari, ortopedici e endocrinologici, risultati tutti nella norma. L'endocrinologo mi ha detto che potrebbe trattarsi di un disturbo psichico visto che gli esami sono a posto. Volevo sapere se esiste una correlazione tra questi sintomi ed un possibile problema psichico, di cosa si potrebbe trattare ed un possibile trattamento.
Ringrazio in anticipo,
Giovanni.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Barnaba Inserita il 13/04/2016 - 15:14

Gentile Giovanni, essendosi accertato che a livello fisico non si riscontra alcun problema, potrebbe anche essere che il suo organismo le stia dando un campanello d'allarme per un disagio però psicologico. Potrebbe consultare uno psicologo della sua zona con il quale approfondire le eventuali difficoltà che lei riscontra e capire se vi è quindi una correlazione.
Cari saluti
Dott.ssa Barnaba - Taranto

Dott.ssa Francesca Fontanella Inserita il 13/04/2016 - 11:58

Gentile Giovanni, è possibile che vi sia una componente o un origine psicologica nei sintomi che sta vivendo da ben 4 anni. Come sono cominciati? Ricorda un momento specifico in cui per la prima volta ha provato questi sintomi? Come influenzano il suo quotidiano? ci sono stati momenti, negli ultimi anni, in cui le sembra di essere stato un pò meglio? come stava prima che iniziassero? C'erano stati dolori simili sebbene più sporadici o meno intesi?

Dati i numerosi accertamenti medici e dato che il problema persiste, potrebbe essere utile appoggiarsi ad uno psicologo e valutare insieme a lui se e come procedere.

Resto a disposizione.
Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella