Angela domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 19/02/2016

Agrigento

Colleghi poco ''sopportabili''

Buongiorno,
Scrivo perché sono arrivata, come si suol dire, alla ''frutta'' con due dei miei colleghi. Il mio lavoro non è collegato direttamente con il loro ma rimane una situazione che non sostengo più.
Partendo dall'inizio. Qualche settimana fa la Signora in questione mi ha dato della grassa, della bassa e della ''tettona''. Io l'ho presa malissimo, sono molto autocritica verso me stessa e sentirmelo dire da una persona, che sì non vale niente per me, però la vedevo quasi come una futura amica mi ha fatto cadere in crisi per 3 giorni.
Sono due fratelli e sono entrambi molto espansivi, urlano, ridono e cantano pure in pausa pranzo. La Signora parla senza mai mettere un freno e, come se ciò non bastasse, è in mutua ma viene a lavorare e pensa di farsi rincrescere solo perché, oltre al gesso, ha anche il mal di testa.
Si aggiunge anche il continuo chiedermi: ''Cos'hai?'' ''Cosa c'è che non va?'' ''Perché non ridi?'', perchè di qua perché di là!
Sono una persona solare, a cui piace ridere, e nello stesso tempo vuole essere lasciata in pace quando arriva a non parlare più.
Vorrei capire come convivere con questi Signori senza doverne parlare direttamente con loro.
Ringraziando porgo, Cordiali saluti.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Inserita il 19/02/2016 - 16:33

Gentile Angela,

da quello che scrive sembrerebbe (per esserne certa bisognerebbe porre altre domande) che il problema principale sia il fatto che Lei non riesca a "rispondere a tono" quando questa gente esagera, né come fare per "contenerli" nelle loro manifestazioni eccessive di confidenza (e maleducazione) nei suoi confronti.

Chiaramente, non possiamo sceglierci sempre le persone con le quali aver a che fare. Soprattutto nell'ambiente lavorativo.

Per questi motivi le consiglio un percorso volto ad acquisire le tecniche per un comportamento assertivo, con l'aiuto di uno psicologo (anche online).
Essere assertivi significa farsi rispettare dagli altri senza tuttavia arrivare allo scontro diretto.

Permette di capire come rispondere e quali siano i motivi che spingono gli altri a determinati comportamenti.
Senza ferire a nostra volta gli altri, si fa in modo che ci rispettino, che capiscano chiaramente quali siano i limiti della relazione e della confidenza.

Sono a sua disposizione qualora volesse approfondire l'argomento.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino. Psicologa.