Mimmo  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 05/02/2021

Bari

Chi mi potrebbe aiutare per sbloccare un blocco emotivo? Meglio uno psicologo, coach o l'ipnosi?

Salve', ho 35 anni e mi ritrovo in una situazione di stallo per quanto riguarda il Lavoro, non so scegliere, immagginare o pensare che lavoro mi piacerebbe svolgere. Sicuramente so' quello che non voglio. Credo che il tutto sia dovuto a blocchi emotivi racchiusi nel mio inconscio che affrontano vuoi per paura o vuoi per altro che non so, il tutto, con una vera e propria mancanza al poter scegliere. Tutto questo, fa insorgere in me ansia e preoccupazione quando provo a pensare a come reagire per poter risolvere questa situazione. Sento che questo mi porta anche conseguenze sulla mia vita di coppia perché alla fine non posso neanche pensare di farmi una famiglia tutta mia,un matrimonio, un figlio/a. So' che dovrei lavorare su di me, ma provare un senso di vuoto quando penso a cosa desidererei fare nella mia vita mi butta giù di morale. Penso e mi chiedo se ci sarebbe davvero un metodo concreto lavorando su di me con delle strategie che mi possa motivare e accompagnare nella scelta più adatta alla mia persona. Forse mi serve un coach, un mentore, uno psicologo che faccia ipnosi. Credo sicuramente che di pscologi bravi ce ne sono tanti , ma sarà anche vero che una persona più specializzata in questa mia realtà che ho da affrontare, mi possa meglio affiancare in questo mio percorso. Rimango in attesa di un vostro commento sperando di poter trovare la via maestra.
Grazie in anticipo a quanti si presteranno nel rispondermi.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Francesca Cilento Inserita il 05/02/2021 - 11:32

Milano
|

Gentile Mimmo,

dal tuo messaggio emerge un pò di confusione, ma anche la spinta a volerne uscire ed è sicuramente un buon punto di partenza. Ci possono sempre essere dei momenti di smarrimento e il confronto con un professionista può aiutare a riflettere in modo più "ordinato" e imparando delle strategie che risultino funzionali se un momento del genere dovesse ripresentarsi.
Forse ho compreso male, ma non credo che la psicologia e gli psicologi non siano poco attinenti a questo possibile percorso, ritengo invece che sia utile trovare un professionista che ti faccia sentire accolto e ascoltato. Spero che la mia ed eventuali altre risposte ti diano una prima buona impressione di quanto gli psicologi possano darti.

Resto disponibili ad ulteriori domande, in bocca al lupo
dott.ssa Francesca Cilento

Dott. Stefano Luciani Inserita il 05/02/2021 - 12:36

Perugia
|

Salve Mimmo,

in poche righe ha detto molte cose, alcune davvero importanti.
Mi trovo d'accordo con quanto scritto dalla Dott.ssa Francesca Cilento, soprattutto circa la confusione, proprio perché manifesta dubbi sia in merito alle sue considerazioni su sé stesso, che alle possibili soluzioni.
Le perplessità e difficoltà descritte potrebbero avere diverse origini, difficili sicuramente da individuare da solo.
Tuttavia prima di questo, cercherei di mettere ordine sulle sue priorità: visto che le figure professionali e i metodi da lei citati hanno funzioni e ruoli ben diversi tra loro.
La nostra categoria affronta abilmente temi legati all'inconscio, blocchi emotivi e gestione delle emozioni, così come problemi relazionali o confusione generale.
Il "come", si costruisce insieme.

In bocca al lupo quale che sia la sua decisione
Dott. Stefano Luciani