Carolina domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 22/02/2018

Salerno

Come relazionarsi con una persona avara e profondamente egoista

iao a tutti , sono Carolina ho 24 anni , la storia è più lunga di ciò che posso esprimere in alcune righe , vorrei un consiglio su come affrontare una persona egoista e avara questa persona è mio padre . Mio padre non è stato un buon padre e neanche un buon marito per questo i miei genitori sono separati , ciò a cui veramente è legato sono i suoi soldi e la sua attività.,,che per altro non è neanche capace di gestire perché L.'ha sommersa di debiti proprio per il fatto che essendo più che avaro non paga niente e nessuno ... ho intentato più volte a riconciliarmi con lui ma abbiamo un modo di pensare distinto e non c'è stato modo . Adesso ci troviamo in una situazione dove lui è alla soglia della pensione io e mio fratello non avendo un occupazione vorremmo prendere in mano la sua attività per cercare di risollevare il salvabile ( e senza cacciarlo ) ma lui non ne vuole proprio sapere .. ecco io chiedo come posso farlo ragionare ?! Esiste una particolare causa del loro comportamento ? Fa questo a noi figli per ripicca a mia madre
Vi ringrazio per l'aiuto

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 22/02/2018 - 23:06

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buona sera Carolina,
comprendo la sua rabbia e anche fatica nel "conciliarsi" con suo padre.
Ha descritto dei tentativi di avvicinamento legati essenzialmente a questioni lavorative ed economiche, ma ha provato a conoscere meglio suo padre anche dal punto di vista affettivo? Espolarando ad esempio i suoi vissuti rispetto al denaro, che tipo di insicurezza e fragilità nasconde dietro al bisongo di acculmulare soldi e ricchezze? conosce la storia familiare di suo padre raccontata da lui stesso?
E' importante per lei conoscere questi aspetti di suo padre per poter costruire con lui un dialogo diverso e costruttivo, impostato su un canale affettivo.
Suo padre indossa una maschera da "egoista" e "duro" che non invita certo al diaologo, quindi è necessario uno sforzo in più per entrare in contatto con lui, sospendere il giudizio sul suo comportamento ed assumere una posizione più netrale rispetto alla relazione coniugale con vostra madre. Perchè come ha già compreso lei, suo padre è consapevole dell'allenza con vostra madre e questo inasprisce il suo comportamento rendedolo più solo e inavvicinavibile dal punto di vista emotivo. Ci pensi.
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Silvana Zito Inserita il 22/02/2018 - 22:08

Gentile Carolina,
ognuno di noi tende a reiterare i comportamenti appresi e sostenuti da scopi.
Gli scopi si raggiungono per obiettivi che, a loro volta, sono sostenuti dalla motivazione sottesa all'aspettativa.
Quale potrebbe essere un obiettivo di suo padre?
Cerchi di trovarne uno condividerlo!
Resto disponibile per eventuali chiarimenti
Dott.ssa Silvana Zito ( Milano)