Vittorio domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 17/02/2017

Conosco un ragazzino che ha bisogno di aiuto

Salve. Vi scrivo per una perplessità riguardante un ragazzino di 13 anni che conosco e il cui comportamento mi perplime. Non ha una situazione familiare semplice - la madre è instabile e fa uso di psicofarmaci, il padre è molto spesso assente. Lui alterna stati di euforia a sensi di colpa, crisi di pianto e scatti d'ira molto violenti. Ha ultimamente subito un calo vertiginoso del rendimento scolastico, tanto da non essere ammesso, per i voti negativi, agli esami di terza media. Tende spesso ad isolarsi dagli altri, è solitario, ed è solito emulare il comportamento di altri ragazzi che lui considera socialmente più accettati, adottando, ad esempio, lo stesso taglio di capelli, acquistando degli oggetti solo allo scopo di averli come il ragazzo più "figo" della classe e senza usarli mai in realtà. Volevo sapere come comportarmi, se potrei aiutarlo o cosa consigliare alla famiglia e se questo comportamento, al di là del carattere introspettivo e timido, potrebbe essere dovuto ad una patologia. Vi ringrazio anticipatamente per il supporto e l'aiuto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Beghin Inserita il 17/02/2017 - 13:06

Buongiorno Vittorio,
è gentile a preoccuparsi per questo ragazzo. Da quello che scrive sembra che stia vivendo proprio un momento di difficoltà e potrebbe essere aiutato a stare meglio da uno psicologo se i genitori sono d'accordo. Non so se Lei è un insegnante o il genitore di un compagno di scuola, ad ogni modo le consiglierei questo:
- se è un suo insegnante Le consiglio di parlarne con il ragazzo. Poi ne parlerei coi colleghi e col dirigente scolastico per decidere assieme chi è lapersona più adatta per parlare coi genitori dei comportamenti del figlio e come farlo;
- se è un altro genitore Le consiglio di parlarne col ragazzo e se possibile coi suoi genitori. Poi suo figlio/a potrebbe invitare questo ragazzo ogni tanto a casa vostra a giocare con la playstation o a fare i compiti assieme.
Rimango a disposizione,

Chiara Beghin
psicologa psicoterapeuta di Padova