Giulia  domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 28/12/2016

Difendere mio figlio

Presso la scuola di nuoto frequentata dal mio bimbo di 4 anni c'è una dei due istruttori che non rivolge la parola a mio figlio a causa di un commento da me esternato e che la segretaria le ha riferito ( circa i suoi comportamenti bruschi) e di cui peraltro avevo già parlato con la diretta interessata.
mio figlio soffre per le differenze che questa "insegnante " dimostra rispetto agli altri bambini. Come posso comportarmi?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Antinoro Inserita il 29/12/2016 - 15:39

Buongiorno Giulia,
penso che possa essere protettivo per suo figlio parlarne con l'istruttrice direttamente. Accenna a dei comportamenti bruschi che immagino che non siano stati di gradimento, per questo motivo è importante prendere apertamente le difese su alcuni atteggiamenti manifestati verso i bambini che possono anche servire a tutela di altri. Tutto questo ovviamente unendo il rispetto e la sicurezza di quello che lei reputa un atteggiamento non corretto. Il rischio del non dire nulla è che l'istruttrice amplifichi questo atteggiamento e di conseguenza la sofferenza di suo figlio. Qualora, dopo la segnalazione e il confronto, questo atteggiamento continuasse la invito a parlare con il suo bambino in modo da capire con lui cosa fare. Ad esempio dicendogli "guarda ho parlato con ........ perchè ci sono delle cose che non mi sono piaciute nei suoi modi, che ne pensi? mi dispiace vederti star male e possiamo pensare di cambiare..."
Questo intervento permette a suo figlio di sentirsi riconosciuto e visto nella sofferenza che manifesta e dà a lui un buon modellamento di genitore e di sicurezza nella relazione.
Resto a disposizione
Dott.ssa Antinoro Anna