Qwerty88 domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 05/02/2018

Massa Carrara

Vorrei avere un amico...

Buonasera
Sono un ragazzo di 29 anni, da tempo che non ho amici a causa della mia timidezza e per il fatto che abitando in un paesino diversi ragazzi della vecchia compagnia ( con la quale comunque non c’era armonia) sono andati via per lavoro o università
Inoltre ho avuto un lutto familiare un paio di anni fa che di certo non ha aiutato il tutto.
Ora , da un paio di anni frequento una palestra, e la mia situazione a livello caratteriale (e fisico) e’ decisamente migliorata, anche grazie al mio personal trainer, al quale “devo tutto” per la mia rinascita; mi ha saputo trasmettere fiducia, motivazione, mi ha trasformato
Con questo ragazzo si e’ Inoltre instaurato un bel rapporto di complicità e affiatamento.
Ecco, per il fatto che abitiamo a pochi minuti di distanza è che siamo quasi coetanei mi piacerebbe avere un rapporto di amicizia fuori dalla palestra
Al momento prendiamo saltuariamente il caffè insieme nel bar all’interno, ma nulla più.
Ma in verità, vorrei di più, un uscita vera e propria con lui, non con altri della palestra.
E qui mi blocco: non riesco a fare il primo passo, penso anche che per etica non possa frequentare qualcuno dei suoi clienti, ma poi vedo come si approccia con altri ragazzi, e penso che possa poi facilmente uscire con questi, e la cosa mi fa rabbia
So che pretendo la luna, ma io ho “la fissa” del migliore amico, anzi “unico” con il quale essere in sintonia
Come posso fare? Aspettare che sia lui che faccia qualcosa, oppure devo “infrangere” il muro e buttarmi , temendo però la sua reazione?
Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Veronica Cascone Inserita il 05/02/2018 - 16:00

Gentile "Qwerty"
valuti l'idea che gli amici del "cuore" non si scelgono; si conoscono persone, si sperimenta, si valuta se sono in linea con le nostre idee e se possiamo condividere o meno la nostra vita con loro. Tutte cose che nascono spontanee, non programmabili. Le suggerirei di vivere con più tranquillità questo rapporto, di invitarlo ad uscire e vedere di volta in volta come va. Magari potrebbe scoprire che tutto sommato non ha molto in comune con lui e che ha solo idealizzato questa relazione. Valuti anche l'idea di iniziare un percorso psicologico laddove sentisse di non riuscire a gestire i rapporti amicali in maniera autonoma e sincera. I miei auguri. Dott.ssa Veronica Cascone (Bologna)

Dott.ssa Federica Serafini Inserita il 05/02/2018 - 12:07

Salve Qwerty88,
prima di tutto vorrei farle i complimenti, se lei è riuscito a migliorare la sua situazione, caratteriale e fisica, grazie alla frequenza in palestra non è solo merito del suo personal trainer, ma suo... è stato lei ad iscriversi, lei a trovare il tempo di andarci ed avere continuità per farlo, e molto probabilmente l'ha fatto nel momento giusto per lei, quindi bravo, si è ascoltato e si è preso cura di se stesso...
detto questo, sicuramente il suo personal trainer, ha un carattere che l'affascina, non si sceglie dal nulla un migliore amico a 29 anni!
io le suggerisco di buttarsi... Prenda in considerazione l'eventualità che il suo amico possa anche dire di no, gliene dia la possibilità, perché quando si fa una domanda a qualcuno si deve accettare la sua risposta sia in un senso che nell'altro... e nel momento in cui sarà pronto anche ad una risposta negativa potrà fare la sua proposta "ci andiamo a prendere una birra quando finiamo o nei prossimi giorni?". Il "no" non le toglierebbe nulla, lei resterebbe comunque la persona che è migliorata in questo periodo, non tornerebbe indietro e non perderebbe comunque il suo personal trainer... al contrario il "sì" le permetterebbe di provare a conoscere una persona con cui iniziare un rapporto di amicizia. Quindi, si butti, ha il 50% delle possibilità che vada bene e il 50% che vada male, ma se non lo farà non saprà mai come sarebbe andata!
Le faccio un gran in bocca al lupo
Dott.ssa Federica Serafini Psicologa Psicoterapeuta