Anna domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 03/02/2018

Genova

Andare o restare

Buongiorno! Sono una ragazza di 27 anni e da 4 ho una relazione con un ragazzo che ha condiviso con me lo stesso percorso di studio. Purtroppo la possibilità di carriera nel nostro campo è molto difficile, motivo per cui lui ha deciso di trasferirsi in Olanda e insiste affinché io faccia lo stesso. In caso contrario, le nostre strade inevitabilmente si dividerebbero in maniera definitiva. All’ inizio ero entusiasta dell’ idea, ma adesso faccio quotidianamente i conti con crisi di ansia e tristezza. Tristezza perché non me la sento proprio di abbandonare i miei genitori, il mio animale domestico, la mia casa, i luoghi in cui sono cresciuta, il clima mite, le mie abitudini. Ogni giorno il mio ragazzo cerca di convincermi con ottime motivazioni, però l’idea di abbandonare e poter vedere solo raramente le persone più importanti della mia vita, mi dà angoscia. E intanto non so cosa decidere. Andando certamente farei un’esperienza all’estero (che non ho mai fatto), visiterei posti nuovi, imparerei una lingua, avrei possibilità di lavorare ... però spezzerei tre cuori: il mio e quello dei miei genitori.
In ogni caso perderei qualcosa di importante...
Vorrei tanto non trovarmi a fare questo tipo di scelta.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 05/02/2018 - 09:23

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Anna,
capiaco le su difficoltà nel separarti dalla tua famiglia d'origine che te infonde sicurezza e tranquillità, contrariamente alle novità proposte dal tuo ragazzo. Quindi è opportuno fare chiarezza sulla sua attuale condizione di vita cercando di comprendere le reali motivazioni che le impediscono di fare questo cambiamento. Intendo dire che esplorare i significati associati alla possibilità di un cambiamento può aiutarla a prendere liberamente la decisione più giusta per lei in questo momento, sia rispetto al suo ragazzo che alla sua famiglia d'origine.
Dr.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott. Fabrizio Mardegan Inserita il 06/02/2018 - 09:19

Salve Anna. Il distacco dalla famiglia di origine è un momento di crisi per genitori e figli che deve però essere inevitabilmente affrontato. Da quello che racconta mi sembra che ci possano essere delle dinamiche particolarmente forti collegate all'ansia di abbandono che non permettono a lei (e ai suoi genitori) di affrontarlo. Il fatto che si sia presentata questa situazione di trasferimento all'estero è una situazione della vita che le vuole suggerire che questa ansia e angoscia collegate all'abbandono vanno affrontate. In quanto, se non ora, esse si ripresenteranno successivamente nei momenti di crisi e non. Il consiglio è quello di affrontare questa angoscia con l'aiuto di un professionista in modo da poter poi fare una scelta più consapevole e non condizionata dalla paura. E in modo da fare un importante passo in avanti anche per quello che sarà il suo futuro personale, di coppia e lavorativo.

Un saluto cordiale

dr. Fabrizio Mardegan

Dott. MARCO BORGESE Inserita il 03/02/2018 - 16:56

Ciao Anna, ho letto il tuo messaggio con attenzione. Mi sembra che tu sia molto combattuta tra le due alternative, da una parte ciò che conosci in cui stai bene e dall'altra la possibilità di cercare qualcosa di nuova. In questa situazione mi sembra di capire che tu non stia scegliendo, possiamo dire che il fatto di non scegliere è già una scelta?