Daniele domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 11/12/2017

Lecco

Problema d'ansia ferisco altre persone

Salve, ringrazio tutti voi per il vostro servizio e tempo.
Penso di avere un problema che vorrei immediatamente correggere per evitare di far del male a qualsiasi altra persona, penso di avere un problema di attacchi di ansia.
Spesso la mia mente senza quasi il mio controllo si mette a calcolare tutte le possibilità di un qualche tipo evento o situazione arrivando poi sempre a dare maggiori probabilità alla più pessimistica creando in me una forte sensazione di ansia.
Vi vorrei fare uno dei vari esempi per essere magari più concreto e mettervi in uno stato di maggior comprensione.
Questa ricaduta nell'ansia è piuttosto recente : dovevamo uscire con degli amici alla sera, come facciamo sempre al sabato. Ci stavamo mettendo d'accordo verso le 19 ma da quell'ora in poi nel nostro gruppo di 3 persone una mia amica non risponde più ai messaggi, verso le 21:40 provo a chiamarla più volte ma non risponde mai, così preoccupato chiamo sua madre (ho il suo numero perché ci conosciamo bene) per sapere se le avesse accennato a che ora sarebbe uscita ma non sa nulla e provando pure lei a chiamarla comincia a preoccuparsi (la madre)
Alle 22:30 ancora niente così che mi comincio molto a preoccupare, andare in ansia e pensare al peggio che possa essere successo.
Vado a casa sua a suonare il citofono nonostante fosse evidente che era tutto buio e chiuso e la sua macchina si vedeva nel garage, così citofono più volte preoccupato di qualsiasi cosa e nessuno risponde così che mi preoccupo tantissimo. 5 minuti dopo ricevo una sua chiamata in cui diceva di non essersi accorta che era così tardi. Quando ci vediamo mi sgrida dicendomi di non osare più chiamare sua madre per una cosa del genere e che tutta la mia preoccupazione non avesse senso. Mi sentivo molto dispiaciuto e a disagio, volevo piangere per aver fatto del male a lei e sua madre e a pensare ancora una volta cosa ho in me che non va.
Questo è solo uno dei vari aneddoti che ho vissuto con me stesso.
Vi chiedo umilmente aiuto con il cuore in mano per sapere se ho un qualche tipo di problema diagnosticabile serio relativo ad attacchi di ansia e derivati.
Mi dispiace per le mie poche capacità esplicative e riassuntive, spero di avervi dato un'idea seppur minima della mia condizione.
Grazie per il vostro servizio,
Cordiali Saluti

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Francesca Di Niccola Inserita il 11/12/2017 - 18:36

Salve Daniele, comprendo il tuo disagio e posso immaginare la sofferenza che si nasconde dietro alle parole che hai scritto. Fare una diagnosi su queste righe, come potrai capire, non sarebbe professionale in quanto ci sono tante informazioni utili da raccogliere, sia tramite colloquio che attraverso test psicodiagnostici eventuali. L'ansia è un segnale fisiologico normale, attraverso il quale il nostro organismo ci comunica che qualcosa non và...... Tra il normale segnale ed una condizione disfunzionale in vari contesti della vita quotidiana (lavoro, famiglia, relazioni interpersonali) c'è una linea di demarcazione. Quello che conta però è la tua percezione della realtà e come la gestisci (esempio secondo la tua amica non era necessario chiamare la madre mentre per te si). A volte tentiamo delle soluzioni ai nostri problemi, con l'intenzione di risolverli ma non facciamo altro che renderli più forti. Resto a disposizioni per dubbi eventuali e supporto.
Cordiali saluti
Dott.ssa Francesca Di Niccola