Soni domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 13/11/2017

Non ho più la forza di andare avanti

E da un po di tempo in una relazione distruttiva, finalmente un messe fa e finita. Ma sono uscita distrutta. In tre anni avevo trascurato tutto il resto. Con dolare ho dovuto iniziare da capo, ma ho scoperto che ricominciare a 33 anni e terribile. Non so come sopravvivere a questa sensazione.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Serena Fuart Inserita il 14/11/2017 - 14:15

Buongiorno,credo che ricominciare sia difficile a tutte le età, intanto, perchè appunto si tratta di cominciare un nuovo modo di vivere diverso da quello che era stato per molto tempo. Abbia pazienza con se stessa!
Rimango a disposizione per ulteriori informazioni

Dott.ssa Anna Mostacci Inserita il 15/11/2017 - 11:26

Gentile Signora,
è importante che si occupi di se stessa con calma e rispetto, giorno dopo giorno, un breve percorso di sostegno psicologico in presenza le gioverebbe per riconquistare le sue priorità.
Resto a sua disposizione se lo desidera.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma
https://annamostaccidr.wordpress.com/

Dott.ssa Vincenza Alessandra Lomartire Inserita il 15/11/2017 - 16:08

Gentile Soni,
il suo sconforto è comprensibile...come lei racconta per tre anni ha investito tutte le sue risorse su un rapporto, che oggi non esiste più, almeno non come aveva creduto. Ora si ritrova a dover riempire di contenuti nuovi le sue aspettative e banalmente le sue giornate. Ma, ogni rapporto, ogni esperienza, ogni evento è un mattone della nostra identità, contribuisce a definire quello che siamo. Credo che questo sia per lei il compito più importante oggi: riconoscere ciò che di quel rapporto ha contribuito ad essere oggi quella che è, magari riappropriarsi di quelle parti di sè che in quel rapporto ha lasciato...questo è il senso del ripartire! Si faccia guidare da un esperto in questo viaggio, nella sua zona certamente potrà avvalersi del supporto di qualche valido collega.
Resto a disposizione, coraggio

dott.ssa Vincenza Lomartire