Irene domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 03/06/2016

Macerata

Partire con loro

Salve. Sono una ragazza di 20 anni e sto attraversando un periodo di grande insoddisfazione. Ho letto molte domande di questo sito e sento che alcune si avvicinano a quello che sto passando, ma vorrei sapere cosa posso fare per una determinata situazione.
Sento la necessità di isolarmi dai miei amici, di non uscire con loro, di non parlarci più per un periodo (il motivo non lo so, ma sento che non riesco a stare a contatto con qualcuno per lunghi periodi..infatti non ho un fidanzato). Quando loro mi chiedono perchè invento sempre delle scuse. Sono molto legata con loro però a volte l'unico mio desiderio è non vederli e fare altro. Desidero spesso andarmene..viaggiare in un altro posto per conoscere tante altre persone, sento che la mia piccola città di 10000 abitanti non abbia più niente per me. Purtroppo ho scelto anche un università vicina e faccio avanti e indietro(me ne sono pentita molto).
Questa è la situazione specifica: Quest'estate abbiamo deciso con i miei amici di fare una vacanza insieme una settimana ed io ho accettato. Abbiamo già prenotato e versato la caparra ed io non voglio andare più. Mi spaventa terribilmente di stare 7 giorni sempre con loro, ho paura di non riuscire ad adeguarmi a loro, di star male. Ognuno ha i propri difetti, convivere con 11 persone è difficile. Ogni volta che ci penso mi fa male al petto e mi viene da piangere..Preferirei stare una settimana da sola. Sento che è una cosa stupida..penserete che questa ragazza va in vacanza e deve preoccuparsi per queste scemenze? Lo penso anche io ma sono ferma, bloccata e terrorizzata.
Cosa posso fare? Se disdico si arrabbieranno moltissimo..
Ringrazio in anticipo.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonino Savasta Inserita il 04/06/2016 - 10:35

Gentile Irene,
le vacanze servono per staccare, rilassarsi, dedicarsi ai propri hobby, anche agli amici, perché no. Ma tutto questo, se siamo noi a volerlo. Se deve esser una cosa che già ti fa star male, al solo pensarci, non penso tu sia costretta. Forse ti aiuterebbe parlarne con qualcuno, cercando di capire il motivo di questo bisogno di isolarti. Se siete 11 non ti sarà difficile trovare qualcuno che ti sostituisca in vacanza e che non ti faccia perdere anche i soldi già spesi. Loro se ne faranno una ragione.
Se volessi parlarne con uno specialista, non esitare a farlo.
Cordialmente, Dottor Savasta.