Elisabetta domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 18/05/2016

Napoli

Sognare persona morta ed essere consapevole

Salve,
Da quando mia nonna è morta, circa tre anni fa, la sogno molto spesso ma non sono sogni semplici dove mi parla. Sono piuttosto sogni nei quali lei è come ritornata in vita. Mi spiego meglio...
Nel sogno io la vedo e mi dico " oh no è ancora viva " e sento un profondo senso di malessere. Premetto che mia nonna ha sofferto moltissimo ed è morta dopo una lunga malattia giunta a livello terminale. Mia nonna era come una mamma per me e la malattia l'aveva resa diversa. Non era più lei... E quando sul letto di morte urlava dal dolore io pregavo e piangevo affinché morisse per non vederla e sentirla soffrire più.
In questi sogni io dico spesso " non si è mai visto qualcuno morire per poi ritornare in vita malato e morire ancora " e puntualmente mentre riprendiamo la nostra vita ecco che ha un crollo e sta male fino a morire o addirittura muore nuovamente.
Non mi meraviglia sognare la sua morte né sognare lei mi meraviglia molto il fatto che io, nel sogno, sia pienamente consapevole che quella che ho davanti è una persona morta e l'angoscia di dover rivivere tutto mi preme sul petto fino a farmi sperare che si tratti solo di un sogno.
Cosa può significare tutta questa consapevolezza? Cosa significa questo sogno e perché continuo a farlo da anni ( tre anni ormai).
Vi ringrazio per l'attenzione. Attendo una vostra risposta.
Con stima,
Elisabetta

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 20/05/2016 - 18:48

Napoli
|

Cara Elisabetta,
sembra che i sogni ci consentano di mantenere vivo il legame con i cari che abbiamo perso, ma hanno, in generale, anche la funzione di permetterci di elaborare i nostri vissuti. Forse, questa esperienza di malattia della nonna e poi la sua scomparsa, lei ancora non l'ha pienamente "digerita", metabolizzata. Le consiglio di ritornare a quel vissuto, alle sue emozioni, a come si è sentita, a cosa ha fatto e a cosa avrebbe voluto fare, a ciò che ha compreso o non compreso o accettato. Quando avrà fatto "pace" con questo doloroso evento, forse non avrà più bisogno di sognarlo.

Un caro saluto,
Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa clinica, Psicoterapeuta sistemico-relazionale
Napoli