Esse domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 01/02/2016

Varese

Cosa voglio fare nella vita?

Salve a tutti, sono qui per chiedere aiuto e a cercare di capire che cosa sta succedendo nella mia vita. Dunque, da quando ho terminato le superiori, esattamente tre anni fa, non sto combinando niente di costruttivo per il mio futuro. Subito dopo la fine ho preso un anno sabbatico e l'anno successivo sono partita all'estero, dove ho sempre lavorato, fatto nuove amicizie e sicuramente cresciuta a livello personale non stando più' con i miei genitori. Oggi mi pento, sto male e vedo tanti miei ex compagni al secondo o terzo anno di università' che sono li per raggiungere i loro obiettivi e con determinazione ci provano. Io? se mi chiedono cosa vuoi fare mi sento morire dentro e mi scendono quasi le lacrime. Il solo fatto di non avere passioni o comunque un interesse anche minimo verso qualcosa e' una cosa triste e brutta. Solo in questi ultimi anni mi sono appassionata di nutrizione umana, vedevo l'influenza che l'alimentazione aveva sulla salute di mio padre, che ho perso lo scorso anno. A settembre vorrei andare all'università' qui all'estero, mi piace studiare, mi rilassa e vorrei tornare tra i libri.... ma a studiare cosa? e se in futuro rimpiangessi le mie scelte? sono troppo confusa e sono gia passati quasi quattro anni.
Grazie,
Esse

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Christina Marchetto Inserita il 01/02/2016 - 13:35

Carissima Esse,
ti suggerisco di affrontare un colloquio ulteriore e individuale per poter comprendere meglio quello che stai vivendo e capire quali pezzi della tua vita al momento senti meno sicuri e quali possono essere delle risorse.
Quattro anni sono già passati, ma sicuramente ne avrai altri moltissimi da passare... il segreto sta nel capire quale è l'obiettivo migliore per TE!!!!
a disposizione
Dott.ssa Marchetto Christina
www.christinamarchetto.it

Dott.ssa Maria Grazia Passerini Inserita il 01/02/2016 - 12:05

Ciao Esse,
la prima cosa che sento di scriverti è che il futuro non lo possiamo conoscere; possiamo immaginare cosa può accadere quando facciamo delle scelte ma nessuno ne ha la certezza. Oggi tu scrivi che hai intenzione di iscriverti all'università, che ti piacerebbe frequentarla all'estero e che negli ultimi anni ti sei appassionata di nutrizione; ti piace studiare, è un'attività che ti rilassa: queste sono già alcune informazioni fondamentali che ti mettono in una direzione piuttosto che in un'altra e sono dettate da ciò che senti buono per te oggi, in questo momento della tua vita. "Domani", quando ti chiederai perchè ho fatto questa scelta piuttosto che quest'altra, potrai risponderti << perchè "ieri" sentivo che questo era buono per me, oggi sento qualcosa di diverso>>.
In secondo luogo, prova a ripercorrere la tua giornata, le azioni che compi, i lavori che hai svolto, le mansioni, e senti cosa hai fatto/fai con piacere: dal cucinare al leggere, dall'ascoltare all'organizzare. Penso che il primo passo da compiere per la definizione del proprio obiettivo professionale è proprio andare alla scoperta di ciò che ci piace fare e da qui, muoversi alla ricerca delle professioni in linea con questo.
Resto a tua disposizione se senti di aver bisogno di maggiori indicazioni. Buon lavoro Esse.