Alessandro domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 04/01/2016

Chieti

Sono stanco della mia vita..... ho bisogno di aiuto secondo voi?

Buonasera.Sono un ragazzo di 21 anni,22 a maggio 2016, e faccio il carabiniere.Fin da piccolo, sono sempre stato un ragazzo solitario e di poche parole e questo carattere ha causato molti problemi.Ho avuto un' educazione severa, sopratutto da parte di mia madre che mi picchiava per ogni volta che sbagliavo.Alle scuole elementari e medie i miei compagni mi prendevano in giro per il mio carattere un po introverso, anche se a volte mi inserivo nel gruppo e ascoltavo i vari discorsi.Al liceo prendevo buoni voti ma, in una classe di sole donne, spesso mi mettevo un po in disparte.Nel 2012 vinsi una sorta di concorso scolastico per un viaggio studio in Inghilterra per 1 mese e conobbi una ragazza che mi piaceva molto.Fino a quel momento, non avevo mai avuto una fidanzata a causa della mia timidezza e per questo motivo non provai mai un approccio.Mi sentivo una nullità, arrabbiato con tutti e con me stesso, soprattutto quando la vidi con un altro ragazzo.Riuscì ad andare avanti nella speranza che qualcosa cambiasse nella mia vita,ma tutto sembrava continuare come sempre.Nel 2013, dopo il diploma, andai all' università sotto la costrizione di mio padre.Qui conobbi una ragazza e,dopo 2 settimane di frequentazioni, ci fidanzammo ma la "storia" durò poco: dopo pochi giorni lei non mi calcolava più;ci incontrammo per parlare e stupidamente le dissi che mia sorella pensava che fosse brutta e per questo motivo mi lasciò. Per 1 settimana sono stato malissimo , mi sentivo in colpa per ciò che le avevo detto e cercai di spiegarmi, ma non conclusi nulla.Sembrava che tutto fosse al capolinea e non volevo fare più nulla: le mie giornate le trascorrevo correndo e dormendo. Su consiglio dei miei genitori, andai da uno psicologo ma andai solo poche volte a causa dell elevato costo delle sedute.Nel frattempo, per rimettermi in gioco e cambiare la mia vita, feci un concorso nell' esercito: lo vinsi e a giugno partii.Il mio obiettivo era quello di entrare nei carabinieri e a Maggio scorso fece il concorso,con idoneità a Luglio di quest' anno.Ho superato tante difficoltà, critiche e sofferenze ma alla fine ce l ho fatta: sono qui al corso allievi carabinieri, nella speranza che qualcosa cambi. Nel mio lavoro cerco di essere più preciso possibile ma purtroppo sono un po lento e maldestro quando lo svolgo, non riuscendo a concentrarmi al massimo: divago spesso con la mente, pensando alla mia vita e alla realtà che mi circonda.Vorrei cambiare personalità, vorrei essere estroverso e intelligente come gli altri e non stupido come sono.Non ho una ragazza e sono ancora vergine.Ho come un vuoto dentro di me che non riesco a colmare: mi sento solo e stanco della mia vita,nessuno mi apprezza e mi ama per quello che sono e non credo che con una donna la situazione possa migliorare.Ho molte volte tentato il suicidio( 5 se non sbaglio) ma l' istinto di sopravvivenza ha sempre prevalso.Secondo voi dovrei tornare a fare delle sedute? Come potrei risolvere questo mio stato di sofferenza interiore? Grazie per la vostra disponibilità. Buonaserata e buone feste.
P.S. Scusate per il mio pessimo italiano.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Alessia Signorelli Inserita il 04/01/2016 - 15:26

Caro Alessandro, penso che la sofferenza descritta in questo messaggio emerga con forza. E' la stessa forza che dovrebbe metterci per cercare un aiuto per cambiare e finalmente stare meglio. e' un suo diritto, non lo sottovaluti. sono tanti i contenuti che meriterebbero una riflessione, penso anche che questa non sia la sede più idonea, scrivere qui è già un tentativo di richiesta d'aiuto importante, un primo passo verso l'inizio di un lavoro importante su di sé. un caro saluto e in bocca al lupo. AS