Zevran domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 29/10/2015

Torino

Disturbi dell'umore

Sono sempre stata considerata una persona "lunatica", al punto che molte persone rimangono spiazzate o frustrate dai miei sbalzi di umore. Ad esempio, cammino per la strada, e ad un certo punto mi viene da trattenere il fiato, come se avessi una botta di adrenalina, oppure mi sveglio nel mezzo della notte in preda alla disperazione. Quando sono con altre persone sono capace di parlare tutto il tempo o di stare zitta per tutta la serata, quando sono allegra ho sempre la sensazione di essere "sopra le righe", quando torno a casa e ci ripenso mi sento molto a disagio. L'ultimo periodo è stato davvero difficile, non riuscivo a parlare e relazionarmi con le persone, mi hanno detto che probabilmente il disagio fisico è dato dall'ansia e dall'insonnia, ho pensato il modo in cui suicidarmi, ero disperata. Da due mesi a questa parte però sono stata molto più serena, come se non avessi più quel peso sul petto, ma ultimamente sto peggiorando di nuovo. Ad esempio due giorni fa ho fatto tardi a lavoro perché non riuscivo a fare altro che piangere, e durante la strada sono entrata nel panico. Ogni volta credo di superare i miei problemi e invece peggiorano. Sono anni che sto così, sembra ciclico. Una presa in giro. So che sembra stupido, ma ho paura di raccontarlo ai miei parenti e amici, penserebbero che stia facendo la vittima.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Michela Vespa Inserita il 30/10/2015 - 11:30

Gentile Zevran,

io capovolgerei quello che le è stato detto: "probabilmente il disagio fisico è dato dall'ansia e dall'insonnia", perché al contrario ritengo che l'ansia e l'insonnia siano create da un disagio.
La situazione che descrive non è affatto semplice da gestire da sola, è normale quindi che le crei tanto dolore, al punto di pensare addirittura al suicidio. Per fortuna però non l'ha fatto, questo perché forse dentro di lei sa di poter avere la forza di affrontare queste crisi.
Il punto è che sono anni che, sperando ciclicamente in miglioramenti spontanei, non riesce a chiedere aiuto. Ciò che posso dirle è che in quello che le succede non c'è niente di stupido, ma solo qualcosa da risolvere.
Mi creda che scavando un po' in profondità potrebbe risalire all'origine delle sue problematiche, dei suoi sbalzi di umore (che non sono casuali, ma nascono da qualcosa, probabilmente in relazione alle sue emozioni), ed alleviare le sue sofferenze.
Potrebbe trovare un equilibrio nella sua emotività ed affrontare la vita in modo più sereno.
Cominci un percorso psicoterapeutico e sono certa che si accorgerà presto che ne sarà valsa la pena.

Un caro saluto,
Michela Vespa