Vanessa domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 24/10/2015

Depressione e suicidio

Da un po' di tempo a questa parte la mia vita non sta andando come dovrebbe, ma sta diventando un susseguirsi di sfortunati eventi sia in campo professionale che personale. Sono sempre stata una persona che ha cercato di trovare la forza dentro di sé nonostante non nego che più volte ho pensato al suicidio. Questo pensiero sta diventando sempre più frequente, come la voglia di isolarsi e non parlare. Non ho mai confessato a nessuno questo mio stato d'animo, gli altri mi hanno sempre visto come una che sa affrontare qualsiasi situazione è come una persona positiva. A volte penso che non capirebbero e che non saprebbero aiutarmi comunque, ma più di tutto che la loro vita sarebbe migliore senza di me, insomma non mancherei!! Volevo sapere come poter riuscire a superare questi momenti bui e a cercare di mantenere la calma, perché so che quello che mi frulla in testa è sbagliato e non è normale!!

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 25/10/2015 - 15:38

Milano
|

Salve Vanessa, ci sono due situazioni che meriterebbero un approfondimento. Scrive che gli Altri l’hanno sempre vista come una persona positiva che sa affrontare qualsiasi situazione, quindi è probabile che appaia agli occhi degli altri e di se stessa come una persona forte, determinata, capace. Pare abbia sempre nascosto le sue debolezze. Come mai ha dovuto farlo? E non ha mai trovato un ambiente favorevole per poter esprimersi liberamente anche in quelle fragilità che, come esseri umani abbiamo tutti? Oppure, ha dovuto mostrare al mondo la maschera di una persona "compatta"...E questo, anche nel privato? L'altra situazione che andrebbe approfondita è il pensiero che, con la sua "assenza" non mancherebbe agli altri. Ne è proprio convinta? Credo che lei abbia bisogno di ripensare la sua vita, gli sfortunati eventi che capitano può essere un'indicazione della necessità di un cambiamento a livello emotivo e relazionale. Che forse si è stancata di affrontare la vita come ha fatto finora..In fondo, l'idea di suicidio che cos'è se non il desiderio di una vita piu' appagante, di una vita migliore. Le consiglierei di provare a cercare una, almeno una persona con cui potersi aprire e poi, anche l'aiuto di un professionista. In bocca al lupo.

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 25/10/2015 - 16:16

Gentile Giulia,

non ci ha scritto quanti anni ha...
riesce a collegare il suo malessere ad un evento in particolare o a qualcosa del suo passato? Crede che nessuna persona intorno a lei possa ascoltarla/aiutarla/sostenerla in questo momento?

Il suggerimento che posso darle è di contattare uno psicoterapeuta della sua città per un consulto.

Un caro saluto
Resto a disposizione
dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo e psicoterapeuta Napoli Soccavo - Melito - Pompei - San Giuseppe Vesuviano (NA)
Terapia individuale e terapia di coppia
www.psicodialogando.com

Dott. Paolo Zandomeneghi Inserita il 26/10/2015 - 11:03

Cara Vanessa,

sicuramente la sua visione lucida della situazione nella quale si trova ci fornisce una miriade di spunti di riflessione e desideri di approfondimento, che andrebbero affrontati, suggerisco quindi di contattare uno/a psicologo/a o psicoterapeuta della sua zona per un colloquio e un percorso personale.
Per quanto riguarda le idee suicidarie ricorrenti vorrei ricordare che chi pensa al suicidio non è vero che "non ha più voglia di vivere", bensì "non ha più voglia di vivere così". Il cambiamento è possibile cara Vanessa, anche per lei.

Cordiali saluti e in bocca al lupo,

Dott. Paolo Zandomeneghi