Giulia domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 25/08/2015

Palermo

Timidezza, scarsa autostima e ansia.

Salve,ammetto che per scrivere questo messaggio sto facendo ricorso a tutto il mio coraggio.
Sono una ragazza di vent'anni e sono sempre stata,sin da bambina,una persona timida e riservata. La mia timidezza,che sfiorava quasi il patologico da bambina,sono riuscita a controllarla in alcune situazioni crescendo anche se è ancora presente. Non sono mai stata molto sicura di me,non ho mai avuto molta autostima e questo l'ho sempre riscontrato sia a scuola che nelle relazioni sociali, ma ho sempre cercato di andare oltre e farmi coraggio. Ho avuto la situazione sotto controllo fino alla fine del liceo. Da dopo la maturità fino all'inizio dell'università,in questo arco di tempo (magari colpa anche del forte stress) la situazione è peggiorata. Il tutto è incominciato da tremori alle mani, non considerati importanti dal mio medico curante, a volte così forti da non permettermi di scrivere o prendere un caffè. Incominciando a frequentare l'università oltre ai tremori ho incominciato a notare un forte senso di disagio, magari dato dal fatto che l'ambiente è nuovo, ci sono molte più persone ,solo che questo disagio lo avvertivo con dei forti crampi allo stomaco che mi venivano appena entravo nella strada dell'università e un forte senso di agitazione. Passando le settimane ho incominciato ad avere dei giramenti di testa fino a quando un giorno sono dovuta scappare dall'aula per via di un attacca di panico. Calo di pressione,mi mancava l'aria, giramento di testa, tutto mi sembrava ovattato e la paura si impossessava di me fino a farmi piangere. Tutto questo durò alcune settimane tanto che non potevo uscire di casa perchè mi girava subito la testa. Il mio medico curante mi aveva prescritto un farmaco naturale per tranquillizzarmi e di contattare uno psicologo. Cosa che non feci in quanto per un periodo ero riuscita a riprendere il controllo della mia vita, tranne per qualche momento di ansia e stress. Solo che da questo inverno in poi, anche se non ho avuto più attacchi di panico, ho continuato ad avere giramenti di testa in qualsiasi momento, tremori alle mani, momenti di tranquillità interrotti da pianti,ho perso totalmente fiducia in me stessa e questo lo riscontro anche nelle cose più comuni come relazionarmi con gli altri, ho paura di guidare, ho paura nel fare gli esami perchè so che gli altri mi giudicheranno e io posso non andare bene. Sono stanca, a volte mi sembra di non riuscire a vivere perchè intrappolata in un limbo. Sono mesi che vorrei contattare uno psicologo, ma c'è qualcosa che mi blocca, ho paura ad accettare i miei problemi. Cosa posso fare? Dove posso trovare il coraggio di chiamare? Grazie per l'ascolto.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 31/08/2015 - 20:06

Gentilissima,

il coraggio lo troverà dentro di sè, nell'energia che ha e che, faticosamente, cerca di "controllare" e negare in tutti i modi. Paura di accettare i suoi problemi o paura di crescere?
In bocca al lupo, ci tenga aggiornati


Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo Napoli - Pompei - San Giuseppe Vesuviano (NA)

Dott.ssa Cinzia Marzero Inserita il 01/09/2015 - 11:29

Cara Valentina, un passo molto importante, forse quello più importante l'hai fatto adesso scrivendo questa lettera. Hai rotto il ghiaccio e hai iniziato a prenderti cura di te ammettendo di avere un problema. E questa non è cosa da poco. La tua situazione è molto comune ad altri giovani della tua età. Da sempre ti definisci timida, ora ancor più che stai entrando nell'età adulta, una età molto più difficile fatta di responsabilità, decisioni, lavoro, maturità ecc... e succede che tutto questo spaventi molto, è normale. Il mio consiglio è di darti la possibilità di affrontare le tue paure e le tue difficoltà con un esperto che possa accompagnarti in un percorso di crescita personale affinchè tu possa aumentare la tua autostima e il tuo senso di efficienza personale, superando poco alla volta la tua timidezza. In bocca al lupo!

Dott.ssa Cinzia Marzero
psicologa psicoterapeuta e consulente tecnico giuridico
Torino
Pagina FB: Cinzia Marzero psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 31/08/2015 - 18:35

Cara Giulia,
hai fatto sicuramente un grande passo per esser riuscita a raccontarci la tua vita e le tue esperienze; io credo che il coraggio sia dentro di te e stia cercando un modo per uscire. Che sia questa l'occasione giusta?
Mi rendo conto di quanto possa essere difficile accettare, accettarsi e fare questo passo ma credo tu debba focalizzare la tua attenzione non tanto sull'accettare i tuoi problemi ma sulla tua voglia di uscirne, di superarli e di riprendere con forza e ed energia la tua vita.
Ci sarà sicuramente il professionista adatto a te, che possa aiutarti anche a tirar fuori il coraggio che in te alberga, sono certa che sarai in grado di trovarlo.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa - Torino
www.valentinamossa.com
https://www.facebook.com/dottoressavalentinamossa