Gennaro  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/03/2021

Napoli

Tourette, ansia e stress

Salve, sono un ragazzo di 24 anni e vi vorrei esporre il mio problema andando step by step.
All’età di 14 anni ho avuto una congestione d’acqua fredda dopo aver sudato tantissimo e dopo quella notte spaventosa ho avuto episodi di ansia fortissima tanto da non riuscire più a capire cosa mi succedeva e stavo malissimo, pochi giorni dopo ho avuto un incidente alla mandibola e mi sono dovuto operare mettendomi delle placche di titanio all’interno della mandibola, dopo l’incidente l’ansia era passata e sembrava andare tutto per il verso giusto se non fosse per dei tic e delle immagini mentali brutte che soltanto con un po’ di ricerca ho capito che era sindrome di tourette, ho cercato di parlarne con i miei genitori ma con scarsi risultati (O meglio, era più mia madre che voleva cercare di capirmi però visto che lei è anch’essa un soggetto debole e ansioso ha cercato sempre di sviare il problema mentre mio padre ha sempre preso tutto sottogamba visto che è un uomo tutto d’un pezzo e quindi parlare con lui diventa impossibile) quindi quando mi veniva da fare i tic cercavo sempre di nasconderli, poi con l’inizio della scuola, con gli amici e con la musica (Perché io canto), i primi amori, le ragazze eccetera eccetera ho tenuto sempre sotto controllo questa cosa tanto da non cercare un aiuto significativo, alternavo periodi di forti tic a periodi normali ma sempre nel limite fino a poco tempo fa dopo aver avuto un attacco di panico dal niente Dopo aver mangiato cibo spazzatura quindi mi sono convinto che dovevo cambiare piano alimentare e ho iniziato a mangiare più sano, questo ha comportato perdita di peso ovviamente ed io non sono in sovrappeso, anzi sono un ragazzo magro ed ora sono ancora più magro, nonostante io abbia iniziato a mangiare sano si è ripresentato di nuovo quella tachicardia e quell’attacco di panico quindi ovviamente non dipendeva dall’alimentazione ma da me ed è iniziato di nuovo quell’ansia allo stomaco che non va via, quella sensazione di chiusura verso tutto, quella sensazione di avere lo stomaco chiuso e siccome sono magro ho paura di diventare anoressico perché anche se ho fame poi penso che ho l’ansia e mi si chiude lo stomaco e come se non bastasse sono aumentati i tic come non erano mai aumentati ed ho una sensazione di fastidio perenne alla parte destra del cervello (Sicuramente dovuto alla mia psiche) con disturbi ossessivi davvero brutti, ho preso appuntamento per la prima volta da uno specialista e ci vado settimana prossima ma fino ad allora volevo parlarne con qualcuno che se ne intenda, è tutto frustrante perché è vero che sono stato sempre un ragazzo molto emotivo però fino a una settimana e mezzo fa io mi mangiavo il mondo facevo di tutto non mi fermavo mai, sto davvero male vorrei che tutto tornasse come prima, E se tutto ciò peggiora? E se divento anoressico? E se non trovassi una via d’uscita? Sto male.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bennati Inserita il 29/03/2021 - 09:17

Lucca
|

Caro Gennaro, le esperienze traumatiche che ha vissuto hanno segnato il suo modo di vivere e di interpretare quello che le accade. Lei ha fatto di tutto per cercare di superare le difficoltà da solo e in parte ce l'ha fatta, è riuscito a limitare il disagio per un pochino, ma poi inevitabilmente si è ripresentato perché aveva bisogno di essere elaborato e compreso. Non è facile gestire tutto da soli, per non dire impossibile. La cosa migliore che poteva fare l'ha fatta adesso: chiedere aiuto! E' normale avere paura di non farcela, ma provi piano piano ad avere fiducia in se stesso e nel percorso che andrà ad iniziare. Sono convinta che la sua tenacia avrà la meglio! In bocca al lupo. Un caro saluto,
Dr.ssa Valentina Bennati