scelta psicologo

Come scegliere lo psicologo giusto

Scopri il sistema semplice e intuitivo per scegliere il tuo psicologo in un clic! In base all’approccio utilizzato, agli articoli scritti, alle testimonianze, al luogo geografico, alle tue esigenze più particolari

Pubblicato da PsicologiOnline - Info Utili

Perché questa guida può esserti d’aiuto? Perché stai vivendo. E se stai vivendo, la tua vita è come le montagne russe, fatta di alti e bassi, salite e discese.
Sarebbe bello se, il giorno della nostra nascita, ci fornissero un manuale di istruzione per il nostro benessere fisico e mentale, ma non è così.
E ancora oggi poche persone si rendono conto dell’incredibile importanza del benessere mentale ed emozionale e di quanto i problemi siano correlati a queste aree.
Il risultato è che intere generazioni di adulti sono cresciuti senza le giuste conoscenze, senza cure adeguate, senza supporto, perpetuando queste condizioni nelle generazioni successive.
Questa breve guida vuole contribuire a risolvere questo problema.

Se tu o una persona a cui vuoi bene sta avendo delle difficoltà... è normale!
Lotte, sfide ed ostacoli fanno parte della vita ed è giunto il momento di rispettare tutte le persone, indipentemente dal tipo di sfida che stanno affrontando.
La vita è un dono e tu sei qui per esprimere il tuo potenziale, il tuo talento, la tua gioia condividendola con le persone che ti circondano.
Tuttavia quando disagi della mente, disturbi, o disagi emozionali si insinuano subdolamente nella vita di tutti i giorni, la quotidianità diventa più che una difficoltà, molto più che una sfida.
Se questo dovesse accadere, noi di PsicologiOnline vogliamo che tu sappia esattamente cosa fare, a chi rivolgerti, dove andare e come fare per compiere la scelta migliore.
Vogliamo aiutarti a prendere il controllo del tuo benessere e fare il necessario per prenderti adeguatamente cura di te o della persona che ami.
Questa guida è solamente un piccolo passo. C’è tanto lavoro di consapevolezza da fare nel mondo, ma tu e le persone a cui vuoi bene meritate il meglio.
Per cui, per favore, concediti di leggere fino in fondo questa guida.
Se hai bisogno di aiuto non aspettare, chiedilo ora. Altrimenti utilizza queste pagine come punto di riferimento in caso di bisogno futuro.

Buone e cattive notizie

La cattiva notizia è che inevitabilmente ci saranno dei momenti in cui sarà particolarmente difficile sorridere e affrontare le dure richieste della vita. La bella notizia è che non è necessario soffrire e affrontare tutto da soli, esistono degli specialisti altamente qualificati, attenti ed esperti capaci di guidarti, supportarti e assisterti nel tuo percorso, evitando anni di sofferenze che potrebbero compromettere l’intera vita. In passato ci sono stati diversi “blocchi” che hanno creato resistenza verso la psicologia. A dir la verità ancora oggi molte persone avvertono attorno a sé dei pregiudizi circa il richiedere aiuto per il proprio benessere mentale ed emozionale e per questo motivo sono imbarazzate ed esitanti nel richiedere aiuto in modo tempestivo. Beh, sia nelle vesti di esperto psicologo, sia nelle vesti di chi negli anni ha utilizzato con orgoglio i benefici della terapia su se stesso, posso dirvi questo: evitare di chiedere aiuto ad una persona qualificata nel momento di difficoltà non significa solamente sprecare momenti preziosi della vostra vita che non torneranno mai più, ma anche un errore enorme assolutamente evitabile. Analizziamo alcuni dei motivi principali per cui le persone non chiedono aiuto ad uno psicologo anche se loro stessi, o i loro cari, stanno soffrendo:

  • Paura di essere etichettati dagli altri come se ci fosse qualcosa di sbagliato in loro
  • Paura di perdere l’affetto di amici, partner e genitori
  • Le persone penseranno che sono “pazzo”
  • Gli psicologi vogliono solo arricchirsi e faranno in modo di farti tornare per sempre nel loro studio
  • Lo psicologo ti fa star male e ti giudica per i tuoi problemi
  • Prendere qualche farmaco mi darà lo stesso effetto di una terapia
  • Le sedute non saranno riservate, andrà a finire che qualcuno verrà a conoscenza dei miei problemi privati e personali
  • Mi verrà a costare un sacco di soldi
  • I bambini e gli adolescenti non hanno bisogno dello psicologo. Le cose andranno a posto da sole col tempo, i bambini hanno solo bisogno di “crescere” e i problemi passeranno
  • E se poi “non funziona?” Saranno solo tempo e soldi buttati via
  • Sarebbe un’impresa trovare lo psicologo giusto, posso rimandare o non andarci affatto.

Queste sono le credenze infondate che riguardano la ricerca di uno psicologo e ognuna di queste convinzioni errate deve essere superata per poter beneficiare del grande aiuto fornito da un percorso terapeutico e psicologico. In tutti questi anni di pratica, tutte le persone che hanno seguito questi semplici consigli per trovare lo psicologo giusto sono rimaste soddisfatte della scelta fatta. Ognuno di loro, senza eccezioni. Devi semplicemente comprendere quali sono gli obiettivi del percorso con uno psicologo e conoscere i passi necessari per trovare il miglior psicologo per la tua situazione o per quella di un tuo caro. È veramente semplice. Seguendo i consigli di questa guida e di questo portale potrai trovare lo psicologo giusto per te. Puoi usare questo strumento anche per aiutare amici, conoscenti e parenti a trovare l’aiuto di cui hanno bisogno. Trovare lo psicologo giusto significa sessioni più efficaci, benessere in tempi più rapidi e una soddisfazione maggiore nella tua esperienza. Questi consigli derivano anche alla nostra esperienza personale. Negli anni abbiamo sviluppato un “sesto senso” circa i bisogni delle persone, per capire se rappresentassimo il giusto abbinamento per la persona che ci contattava. Sì, perché non esistono i “tuttologi”. Personalmente, quando capivo di non poter offrire il servizio migliore per la situazione specifica della persona, ho sempre fatto del mio meglio per aiutarla a trovare le risorse adeguate. Lo psicologo lavora all'interno dello spazio sacro dell’esperienza di vita di un’altra persona per cui, per il successo di un percorso psicologico, è fondamentale che sia il professionista che il cliente si sentano a proprio agio nel lavorare l’uno con l’altro. Come ti ho già detto non mi vergogno a raccontarti che anch’io ho tratto grandi benefici dal percorso con lo psicologo giusto per me. Ho vissuto sulla mia pelle i benefici, il supporto e l’aiuto nel percorrere un percorso con un professionista che conosceva e comprendeva l’essenza di guidarmi e sostenermi, permettendomi di ritornare a vivere con delle nuove ali con cui volare. Raccomando anche a te la stessa esperienza. Concedermi lo spazio e il tempo per guardare in faccia i miei problemi con coraggio e lavorare su di essi in modo costruttivo hanno permesso di formare la persona che sono oggi... e mi piace davvero tanto la persona che sono diventato. E sono sicuro che anche le persone che mi vogliono bene amano tutto questo. In sostanza, cercare lo psicologo giusto può richiedere un po’ di sforzo ma ne vale veramente la pena. Ti può aiutare ad essere una persona più felice, ti può aiutare a ritrovare il tuo benessere e questo significa che potrai affrontare al meglio qualunque cosa tu scelga di fare nella tua vita, nel tuo lavoro, a casa, come coniuge, genitore, professionista, amico o qualunque altro ruolo tu ricopra. Scegliere di intraprendere un percorso con uno psicologo è l’investimento migliore che puoi fare per la persona più importante della tua vita... te stesso, te stessa.

" Il grande nemico della verità molto spesso non è la menzogna: deliberata, creata ad arte e disonesta; quanto il mito: persistente, persuasivo ed irrealistico.
Troppo spesso ci concediamo il conforto dell'opinione senza il fastidio del pensiero" John Fitzgerald Kennedy

Osserviamo meglio gli errati miti riguardanti la psicologia e la terapia.

Paura di essere etichettati dagli altri come se ci fosse qualcosa di sbagliato in noi

Quando ti rompi una gamba vai dal dottore, fai una lastra, usi le stampelle e lotti un po’ per qualche settimana. Nessuna persona “decente” ti dirà mai “ma dai non è niente, cosa c’è che non va? andrà a posto da solo!” Mettiti nei panni di una persona che ha bisogno d’aiuto. Se in questo momento sei depresso, ansioso, afflitto dal dolore, in totale confusione o in qualsiasi altra condizione che impatta enormemente la qualità della tua vita, non faresti tutto ciò che è necessario fare senza il timore di giudizi? Non smetteremo mai di ripeterlo. Chiedere aiuto è un segno di forza e grande coraggio, non di debolezza. Non lasciare che quello che gli altri pensano o dicono diventi il tuo cammino e fai del tuo meglio per non intralciare il percorso delle persone che hai attorno. Ogni persona merita l’aiuto di cui ha bisogno.

Paura di perdere l’affetto di amici, partner e genitori

Se i tuoi amici si allontaneranno da te perché desideri il supporto di uno psicologo, abbiamo una notizia per te: quelle persone non sono veri amici e nella tua vita non vuoi circondarti di quel tipo di persone. Se per il fatto di essere andato da uno psicologo perderai degli amici considerala una bella pulizia nel tuo cerchio di amicizie. Tu vuoi circondarti di persone che ti vogliono bene e che hanno a cuore la tua felicità. Per quanto difficile possa sembrare questo discorso vale anche in famiglia. Se senti che la tua famiglia non approva il percorso psicologico intrapreso, considera la possibilità di non parlarne più con loro. Dopo un po’ di tempo anche loro si accorgeranno dei miglioramenti nella tua vita e nel tuo benessere. A quel punto potrai confidarti con loro spiegandogli che quei grandi cambiamenti sono merito del tuo lavoro svolto assieme al tuo psicologo.

Le persone penseranno che sono “pazzo”

Il 99,99 % delle persone che vanno dallo psicologo non sono pazze e non si comportano da pazze. Sono persone che vivono un momento di difficoltà. Questa è la pura e semplice verità. E allora esiste la pazzia? Sì, nel mondo purtroppo esistono persone “pazze” in cura dagli specialisti o bisognose di cura. Ci sono persone con disturbi mentali molto gravi che non solo hanno bisogno di supporto psicologico ma di una supervisione medica costante. E a proposito di queste persone dovremmo sforzarci di non giudicarle, perché ognuno nella vita affronta il proprio percorso e nessuno di noi può sapere realmente cosa significa vivere nella loro condizione. Per cui quando senti la parola “pazzo”, falla entrare in un orecchio e uscire dall’altro. Le persone che etichettano in quel modo altre persone stanno semplicemente puntando la luce sulle proprie insicurezze e sui propri problemi. Non ti curar di loro.

Gli psicologi vogliono solo arricchirsi e faranno in modo di farti tornare per sempre nel loro studio

Falso. Ti sveliamo una cosa: gli psicologi non si arricchiscono con la psicologia o la psicoterapia. Questa non è una professione che si sceglie per diventare ricchi. È una professione che si sceglie per prendersi profondamente cura delle persone aiutandole a superare difficoltà e problemi. E se osservi la durata media del tempo trascorso dalle persone nello studio dello psicologo ti accorgerai che varia da 6 a 12 settimane (ovviamente il tempo è una variabile che dipende dalla situazione e dal tipo di persona). Talvolta può passare anche qualche mese, ma di sicuro non è per sempre! Anche se per superare il problema ci volesse un anno, non sarà per sempre! Il terapeuta giusto desidera che tu lavori insieme a lui per poi tornare nella vita di tutti i giorni in condizioni straordinariamente migliori rispetto a quando eri originariamente arrivato. É nell’interesse dello psicologo lavorare bene con te. Il momento in cui ci si accorge che non c’è più molto da dirsi, perché la maggiorparte dei problemi sono stati risolti, significa che il percorso sta terminando oppure che potrai incontrare il tuo psicologo saltuariamente e solo all’occorrenza se ne sentirai bisogno. In ogni momento potrai discutere di queste priorità con il tuo psicologo. Per nostra esperienza diventa evidente quando è il momento di ridurre le sedute o terminare il percorso.

Lo psicologo ti fa star male e ti giudica per i tuoi problemi

Non è vero. Ma se dovessi stare male o sentirti giudicato per quello che lo psicologo dice e fa comunicaglielo. Uno psicologo ama i feedback. Sono utili per aiutare il terapeuta ad aiutarti. Se dopo aver discusso della questione non avverti cambiamenti positivi nelle dinamiche ti consigliamo di tornare alla tua fonte di riferimento per cercare qualcun altro e trovare lo psicologo giusto.

Prendere qualche farmaco mi darà lo stesso effetto di una terapia

Non è vero. Attualmente, solo per determinati tipi di disagi psicologico, alcuni farmaci possono essere parte integrante della cura. Può trattarsi di farmaci di tradizione occidentale o farmaci di tradizione orientale come la medicina olistica e omeopatica, dipende dalle preferenze individuali. In ogni caso i farmaci non possono essere MAI un sostituto della terapia o del percorso psicologico. La nostra prospettiva è che la terapia può essere efficace anche senza farmaci, ovviamente considerando alcune eccezioni come le gravi patologie psichiatriche. Mentre è decisamente poco probabile che un farmaco possa avere effetti senza il sostegno di una terapia.

Le sedute non saranno riservate, andrà a finire che qualcuno verrà a conoscenza dei miei problemi privati e personali

Non è vero. Lo psicologo per legge è strettamente tenuto al segreto professionale, pertanto onora e sostiene in modo confidenziale ciò che avviene all’interno del percorso persona/terapeuta. Ciò che avviene in seduta rimane in seduta, sempre. Ci sono solo pochissime eccezioni in cui lo psicologo può rendere accessibili alcuni dati alle autorità sanitarie e/o giudiziarie sulla base di precisi doveri di legge, come ad esempio casi che possano in concreto presentare i caratteri di delitto perseguibile d'ufficio. In ogni caso lo psicologo deve limitare allo strettamente indispensabile la rivelazione di quanto appreso (per esempio informazioni in merito alla commissione di un delitto). In tutti gli altri casi, ogni comunicazione potrà avvenire solo previa esplicita richiesta del paziente. Queste eccezioni o casi limite ti verranno eventualmente spiegati nel corso della prima sessione se sei curioso/a. Se un professionista dovesse violare il segreto professionale puoi denunciarlo e segnalarlo all’ordine. Detto questo, non conosciamo e non abbiamo mai sentito parlare di uno psicologo che abbia violato il segreto professionale.

Mi verrà a costare un sacco di soldi

La verità è che ci sono specialisti per tutte le tasche e spesso un percorso dallo psicologo costa molto meno di un cellulare di ultima generazione o di una borsa alla moda. I soldi spesi in un percorso psicologico non sono soldi “tolti” ad altro ma un vero e proprio investimento che porterà benefici nel lavoro, nelle relazioni e nella vita in generale. Che valore possiamo dare alla felicità, al benessere e alla serenità? I vantaggi sono troppo grandi per rinunciarvi. Affidati a dei veri professionisti e non cadere nella trappola del “mercato del pesce” degli psicologi. Sul web esistono siti che presentano psicologi con “sconto dell’80%”, “pacchetto promozionale meno 75%” ecc.. E non si comprende mai a quale cifra si riferisce lo sconto perché non vengono indicati, in modo trasparente, gli onorari dei professionisti. Il più delle volte si tratta solo di marketing poco etico. Ma pensaci un attimo. Se dovessi svolgere un importante intervento chirurgico ti affideresti ad un professionista che si svende con “sconto dell’80%”? Secondo te un professionista bravo e competente ha bisogno di svendersi? Su PsicologiOnline trovi solo psicologi e psicoterapeuti certificati e competenti che effettuano il proprio servizio in modo etico e professionale. Alcuni di loro effettuano in studio il “primo colloquio gratuito”, che è una pratica ben diversa dallo svendersi. A seconda dell’approccio utilizzato, alcuni specialisti utilizzano il primo colloquio gratuito per effettuare domande essenziali utili a capire se è possibile intraprendere un percorso insieme.

I bambini e gli adolescenti non hanno bisogno dello psicologo. Le cose andranno a posto da sole col tempo, i bambini hanno solo bisogno di “crescere” e i problemi passeranno

Non potrebbe esserci affermazione più lontana dalla verità! Nel caso ce lo fossimo dimenticati è difficile essere un bambino! E non è certo più semplice essere un adolescente. E’ vero, per un genitore può essere complicato affrontare la realtà quando i loro figli hanno un problema, ma per favore, ricordatevi che se i disagi dell’infanzia e dell’adolescenza non vengono adeguatamente sostenuti in modo tempestivo, quegli stessi problemi possono potenzialmente aumentare a livello esponenziale in età adulta. Tutti... bambini, genitori, insegnanti, famiglia, classe, beneficeranno del fatto di aver richiesto un aiuto. Richiedere un sostegno per i propri figli non è una scelta, è un dovere e una responsabilità che arriva nel momento in cui si mettono al mondo dei bambini. Il percorso è differente rispetto a quello di un adulto, è studiato e calibrato in modo specifico all’età e alle esigenze del bambino. Solo tu puoi sostenere tuo figlio ad agire in questo percorso, se non lo fai tu che sei il suo genitore chi lo farà? Sì, è dura ammettere che il proprio bambino ha un problema ma diventerà molto più dura, per te e per il tuo bambino, se quei problemi verranno ignorati.

E se poi “non funziona?” Saranno solo tempo e soldi buttati via

Se dopo due mesi di incontri regolari si ha l’impressione che il percorso “non è quello giusto” ci possono essere queste due ragioni:

  • Tu non stai facendo il lavoro necessario per facilitare il cambiamento
  • Il tuo psicologo non è quello giusto per te

A quel punto devi essere sincero con te stesso/a e mettere in atto dei cambiamenti. Questa è la parte più difficile: bisogna essere brutalmente onesti con se stessi nell’ammettere le proprie responsabilità, altrimenti nessuno specialista potrà mai esserti d’aiuto nel modo in cui desideri. Lo psicologo è un canale verso il tuo benessere, se tu non fai la tua parte, con la testa, con il cuore e con le azioni, nulla cambierà. Questo discorso è differente per un bambino o un adolescente. Infatti se un bambino sta effettuando un percorso psicologico perché l’hanno voluto i genitori, mentre magari lui non avrebbe voluto partecipare, c’è bisogno di un po’ più tempo per determinare se l’accoppiata terapeuta/bambino funziona. In ogni caso è necessario che il terapeuta abbia il tempo necessario per stabilire una buona relazione con il ragazzo, solo in quel modo il percorso potrà essere efficace.

Sarebbe un’impresa trovare lo psicologo giusto, posso rimandare o non andarci affatto.

Seguendo i giusti passi hai la garanzia di trovare lo psicologo giusto per te. Ci vuole un po’ di fatica ed impegno? Sì, ma nella vita si farà comunque fatica. Noi possiamo scegliere se fare fatica nel vivere una vita infelice oppure se fare fatica per vivere una vita gioiosa e piena di significato. Ottenere il supporto necessario nei momenti di difficoltà è essenziale. Ma come avrai notato parte di questa fatica l’abbiamo fatta noi per te. Su PsicologiOnline trovi già tutte le informazioni che ti servono, in modo da rendere la tua ricerca rapida ed estremamente efficace e facendoti risparmiare tempo e denaro.

“ Nel momento di decidere, la cosa migliore che puoi fare è la cosa giusta, la seconda cosa migliore che puoi fare è la cosa sbagliata, la cosa peggiore in assoluto che puoi fare, è non fare nulla ” Theodore Roosevelt

Voglio un aiuto, ora cosa devo fare?

Se hai capito che un percorso con uno psicologo può esserti d’aiuto è il momento di iniziare la ricerca che ti permetterà di trovare lo psicologo giusto per te o per la persona a cui vuoi bene.

  • Fai la tua ricerca Utilizza una risorsa che ti permetta di conoscere istantaneamente le informazioni di cui hai bisogno (nome professionista, informazioni sul professionista, approccio utilizzato, articoli scritti, testimonianze, onorario...) Attraverso la ricerca avanzata di PsicologiOnline puoi cercare il tuo psicologo in modo rapido ed efficace. Troverai tutto quello che ti serve con un clic.
  • Contatta il potenziale psicologo Scrivigli un messaggio dalla pagina del professionista descrivendo brevemente il tuo problema. Se lo desideri puoi anche chiedere di parlare 5-10 minuti al telefono per spiegare meglio la situazione, dicendo al professionista che hai trovato il suo contatto sul sito PsicologiOnline. Questo aiuterà sia lo psicologo che te a capire se è possibile intraprendere una consulenza o un percorso assieme. Questo tipo di contatto è GRATUITO. Se lo psicologo non è disposto a concederti 5 minuti per telefono non è lo psicologo giusto per te.
  • Il primo contatto via messaggio o telefono: Gli psicologi giusti solitamente sono persone molto occupate. Quando gli scrivi o ottieni la telefonata cerca di organizzare bene i tuoi pensieri, le cose da dire ed eventualmente le domande da fare. Ad esempio questa è una linea guida che puoi utilizzare nella tua conversazione:
    - “Buongiorno, mi chiamo...... e ho un problema di ...... che vorrei risolvere. Sto cercando uno psicologo con esperienza in questo campo e con cui possa trovarmi a mio agio a parlare. Ha già trattato situazioni simili? Che approccio utilizza? Dove si trova il suo studio? C’è la possibilità di parcheggiare nelle vicinanze? Svolge anche videoconsulenze online?” Se hai ulteriori domande specifiche alla situazione puoi farle, ma sii breve. Durante la conversazione lo psicologo giusto avrà la premura di risponderti in modo adeguato e ti farà eventualmente anche qualche domanda, in modo da identificare se può essere lui/lei il miglior specialista per lavorare assieme a te. Se invece lo psicologo giusto ritenesse di non essere il più adatto o non avesse spazi liberi per accogliere la tua domanda, provvederà a suggerirti la migliore alternativa per trovare il supporto adeguato.
  • Prenota il tuo appuntamento Una volta identificato lo psicologo giusto che desideri incontrare per la prima volta, prenota il primo appuntamento e segna la data sul calendario.
  • Attendi il tuo primo incontro con il cuore e la mente aperti Se non hai mai parlato con uno psicologo dentro di te sentirai uno svariato numero di emozioni, incluso un pizzico di nervosismo. Dopotutto lo psicologo è una persona estranea e tu stai per condividere informazioni private e personali. Resta tranquillo/a, una volta che inizierai a parlare con il tuo psicologo ti sentirai molto più rilassato/a e capirai come iniziare questo percorso insieme per portare sollievo e benessere nella tua vita.

In conclusione

Ecco cosa dovrebbe essere la terapia:

  • Sollievo
  • Un percorso
  • Riflessione
  • Liberazione
  • Cambiamento
  • Supporto
  • Confidenza
  • Una relazione professionale ma con affinità
  • Una fonte di ispirazione e conforto
  • Una spinta per agire e muoversi un passo avanti
  • Benessere
  • Nuovi punti di vista, nuovi comportamenti, nuovi pensieri
  • Una combinazione di dialogo e azione

Cosa NON dovrebbe essere la terapia:

  • Una chiacchierata tra amici
  • Una relazione sessualmente intima
  • Sessioni senza crescita, cambiamento o benessere
  • Un cambiamento solo momentaneo (se ottieni risultati in modo rapido, eccezionale! Ma i veri cambiamenti non devono essere solo ottenibili, ma sostenibili anche nel medio- lungo periodo)

Cosa potrebbe essere la terapia:

  • Talvolta dolorosa dato che stai affrontando le tue difficoltà
  • Attesa ... i suoi effetti sono cumulativi, possono volerci diverse sedute, costruita l’una sull’altra, per iniziare a percepirne i benefici
  • Un’opportunità per analizzare la tua vita, prendere decisioni e fissare dei limiti con persone o luoghi che non sostengono la tua crescita personale.

Speriamo che questa guida sia stata utile per prendere la tua decisione e ti auguriamo una vita meravigliosa! Un abbraccio di cuore!