AMY domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/02/2018

Monza e Brianza

Confessione di un tradimento mentale di mio marito

Buongiorno, abbiamo un matrimonio finora Felice con figlie e nipotini. Io e mio marito siamo sposati da tanti anni senza aver avuto mai grossi problemi. Nel corso dello scorso anno mi sono resa conto che il nostro rapporto era in secca, ma nessuno di noi ha fatto nulla per ravvivarlo. <omissis> uno dei nostri più importanti clienti lo scorso anno si ammala e mio marito comincia ad aver contatti con la figlia tramite whatsapp. Semplici messaggi di buongiorno e buonanotte che io ho sempre ritenuto inopportuni, comunque la cosa va avanti. <omissis> il papà si aggrava e i messaggi da parte di mio marito diventano oltremodo consolatori. Siccome la signorina <omissis> è come dire amica comune, io comunque non mi sono mai intromessa in questo dialogo. Lui chiedeva informazioni sulla salute del padre aggiungendo anche a volte dove sei?, Sei con lui? Ecc. Mi capitava di leggerli anche perché mio marito teneva informata anche me. Un giorno leggo un messaggio di lei: se tu mi scrivi mi sento meno sola. Ora in sostanza non vuol dire un gran che, ma a me si è aperta una finestra. Ho capito che sommessamente qualcosa in più si stava muovendo. Alla sera ricerco il messaggio ma mio marito l aveva cancellato. Sono andata su tutte le furie e gli ho chiesto spiegazioni. Dopo qualche giorno il padre muore. Ai funerali abbiamo presenziato entrambi, lei ci è venuta incontro ha salutato con un bacio prima lui e vedendolo triste gli ha fatto una carezza sorridendo e dicendo: dai non fare quella faccia! A me un saluto frettoloso e via. Litigi a non finire proibisco a mio marito di continuare con i messaggi casomai di diradarli mam mano. Ok entrambi d'accordo, dopo 15 gg scopro 2 sms cancellati di mio marito e 1 suo di risposta. Altri furiosi litigi dopodiché lei <omissis> chiama per un acquisto e mio marito sarebbe dovuto andare in azienda gli ho fatto credere che sarei andata anch'io ma poi non sono rimasta in macchina. Non mi andava di fare il cane da guardia.Si sono visti ancora un'altra volta sempre per lavoro. Poi non più e nessun messaggio su wap. <omissis> lui cerca un fiorista nei pressi della sua azienda. Altra litigata, questa volta lo metto alle strette e dico che per me è finita. Ora lui pentito mi ha confessato che si è preso molto mentalmente con lei ma tra loro non c'è stato assolutamente nulla ne verbalmente ne fisicamente. Ho ragione di credergli, ma sinceramente questa infatuazione anche solo mentale mi fa molta paura, come devo comportarmi. Anche perché lui in tutti questi mesi ha avuto con me un atteggiamento distaccato, infastidito. Ora mi dice che però non ha mai smesso di amarmi e che non vuole perdermi, come devo comportarmi? <omissis> si presenterà ancora l'occasione di vederla. Aiutatemi

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 23/02/2018 - 21:22

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buona sera Mara,
da ciò che ha raccontato mi sembra che la condizione di "secca" descritta all'inizio sia poi stata il preludio del tradimento mentale di suo marito.
Comprendo la sua paura perchè ha intuito che il comportamento di suo marito cela un'insoddisfazione e una distanza emotiva rispetto a lei.
Dal momento che suo marito ha ribadito di amarla, sembra che il tradimento sia una manovra inconsapevole per "ravvivare" la vostra relazione e attirare la sua attenzione che per ora ha attivato sentimenti di rabbia e una dinamica di controllo da parte sua.
Suo marito è alla ricerca di un contatto affettivo, di una comunicazione autentica con l'altro che vada oltre la routine lavorativa (negozio) o familiare (figlie e nipoti), vuole riportare la sua attenzione su una condizione di coppia che sembra solo un ricordo.
Pertanto, le consiglio di confrontarsi con suo marito su questi aspetti, focalizzando l'attenzione sulla vostra coppia, su come si sente lui e sulla sua visione della vostra coppia, evitando di menzionare l'altra donna.
Consideri l'altra donna come una preziosa occasione per riavvicinarsi a suo marito in modo profondo e per pianificare con lui un nuovo equilibrio di coppia.
Tenga presente che l'evoluzione dei rapporti di coppia subisce diverse fasi che possono avvicendarsi solo se i due partner sono disposti ad avvicinarsi l'uno all'altro per contrattare un nuovo equilibrio che si adegui alle mutate condizioni di vita e al trascorre del tempo.

Dott.ssa Katjuscia Manganiello Inserita il 26/02/2018 - 10:17

Gentile Amy,
l'infatuazione mentale di suo marito è arrivata in un periodo un cui lei stessa definisce di "secca" dove per qualche motivo vi siete trovati più distanti uno dall'altro. Quindi penso che possa essere letto come il tentativo di trovare il riconoscimento e le emozioni della coppia attraverso una via più semplice capitata per caso.
Suo marito oggi le dice che la ama e non vuole perderla ed è da qui che dovete ripartire. Il vostro compito ora non è tanto confrontarvi "sulla signorina 50enne" ma costruire qualcosa di nuovo nella coppia.
Entrambi siete consapevoli che vi siete allontanati, l'infatuazione ha solo messo in luce questa consapevolezza.
Ora occupatevi di voi. Come? Raccontando come vi sentite (lasciando fuori "la signorina"), cosa desiderate, quali sono i vostri pensieri, preoccupazioni e progetti. E iniziate insieme a fare qualcosa di nuovo.
Ogni coppia affronta momenti come il vostro nel corso del tempo, occorre trovare la voglia e l'impegno per riavvicinarsi e ripartire insieme. E se poi è difficile farlo da soli chiedete aiuto alla psicoterapia di coppia, sarà un valido sostegno al vostro percorso. Cari saluti, dr Katjuscia Manganiello