RainingCloud domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/06/2014

Torino

Ho un grave problema di fedeltà e impulsività

Mi chiamo Denise e ho appena compiuto 20 anni. Nella mia vita ho passato momenti orribili legati ai miei genitori... Fin dalla nascita mio padre tradiva mia madre e ci maltrattava, col tempo ha smesso con la violenza fisica ma ha proseguito con quella psicologica. Sono a mio parere solare e socievole, ma ho paura di soffrire di gravi disturbi. Dal bipolarismo in assoluto, riconosco in me diverse "facce" che escono così dal nulla, posso cambiare umore per una stupidaggine, diventare violentissima, ninfomane (non letteralmente ma quasi)dove la violenza arriva ad eccitarmi, super tenera da bambina o un pezzo di ghiaccio misantropo e insensibile. Ho altrettanti problemi di fedeltà, infatti non ricordo di avere avuto una relazione senza tradimento. Una sola volta mi sono astenuta ad un corteggiamento e sono stata benissimo, ma subito il giorno dopo ho commesso l'errore. A volte non lo faccio neanche per attrazione, ma quasi come una cosa imposta dal mio essere. Io amo il mio ragazzo, e ha appena scoperto un tradimento con uno distante 300 km da me che ho visto due volte in 3 mesi, leggo parole dolci e mi lascio andare come nulla. Io so di sbagliare, ci sto davvero male, ma non ce la faccio piu.. a volte arrivo a pensare al suicidio, fortunatamente non ci ho mai provato, ma quando piango vado in totale crisi e tremo, non ho idea di cosa mi passi per la testa in certi momenti. I miei genitori non mi mandano da uno psicologo perche credono che sia per pazzi e non dispongo di molti soldi per permettermi una terapia seria, ma ho davvero bisogno di aiuto. Voglio cambiare, non voglio piu odiare mio padre e me stessa per essere la sua identica copia... aiutatemi

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Camilla Marzocchi Inserita il 28/06/2014 - 17:24

Cara Denise,
l'instabilità emotiva che descrive sembra proprio legata alle situazioni traumatiche che ha vissuto in famiglia. Lascerei perdere le "autodiagnosi" trovate online, perché rischia di confondersi o spaventarsi, credo piuttosto che sarebbe utile provare a parlare della sua storia con uno psicoterapeuta nella sua zona - sicuramente esistono dei servizi gratuiti in Ausl - e iniziare a capire con il suo aiuto come cambiare quello che oggi non le piace.

Difficilmente due persone possono essere identiche in tutte le loro caratteristiche, è probabile che invece abbia appreso da suo padre alcuni comportamenti che potrà in futuro "dis-imparare" e sentirsi più padrona delle sue scelte.

Le consiglio un terapeuta cognitivo-comportamentale o specializzato in trattamento EMDR, trova qui maggior informazioni: www.emdritalia.it

La saluto e resto a disposizione,

Dott.ssa Camilla Marzocchi
Bologna (BO)

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 23/06/2014 - 22:30

Cara RainingCloud,
Da quello che scrivi si avverte la tua sofferenza, legata al passato, alla tua storia, ed ora al tuo presente.
Sei molto giovane ma hai gia sofferto tanto, sia direttamente che attraverso la sofferenza di tua madre.
Il mio consiglio è quello di rivolgerti ad uno specialista, che ti possa aiutare a comiciare un processo di consapevolezza.
Sicuramente nel tuo territorio esistono servizi gratuiti per adolescenti. Rivolgiti pure ad una ASL o ad un consultorio e vedrai che riuscirai a farti aiutare.
Se vuoi scrivermi ancora, anche in privato, fallo pure.
Ti risponderò volentieri.
Un caro saluto
Dott.ssa Loredana Trebisacce