Michele domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/11/2015

Caserta

Amore, genitori e depressione

Salve a tutti,
sono Michele e vivo a Caserta e l'anno scorso attraverso un gruppo di fan su Facebook ho conosciuto una ragazza fantastica di Roma di origini rumene. Anche se all'inizio ci sentivamo solo per telefono, io mi sono innamorato subito di lei. Dopo un po' di questioni con i miei, dopo 5 mesi ci siamo visti per la prima volta a Roma. Abbiamo passato una giornata bellissima, ci siamo baciati e anche un po' fidanzati: anche se in lei qualcosa non andava. Sono andato una seconda volta a Roma dopo due mesi, sempre perché i miei facevano storie. Ma ne valeva la pena giuro, non sono stato mai così innamorato di una ragazza fino ad allora. Dopo gli esami di maturità avevo deciso di trasferirmi a Roma a studiare con lei... Ma lei mi diede una bruttissima notizia: deve trasferirsi di nuovo in Romania in quanto il padre aveva difficoltà economiche. Sono stato malissimo, ho pianto davvero tanto, ma lei mi ha dato coraggio. Durante il mese che è rimasta qui in Italia prima che partisse, sono andato a trovarla altre tre volte. Sono state le giornate più belle della mia vita e non mi importava che dovevo litigare con i miei genitori oppure fare il leccapiedi per entrare nelle loro grazie. Alla fine lei è partita, sono stato tranquillo per un certo periodo e tutte le volte che sono andato a trovarla ci ho rimesso di tasca mia senza chiedere mai niente ai miei, con piccoli sacrifici e lavoretti. Ma adesso non ce la faccio più: ho bisogno di rivederla. Sono sempre stato un ragazzo tranquillo e bravo a scuola eppure i miei genitori elogiano i figli dei loro amici e non me. A differenza loro io non ho mai fatto certe cazzate: non ho mai fumato, bevuto o preso droghe e né tanto meno ho messo una ragazza incinta; non mi sono fatto passare diversi sfizi come videogiochi o vestiti costosi, nonostante i miei hanno una grande quantità di denaro. Le poche cose buone che ho le ho sempre avuto con tanta sofferenza, con la maledizione dei miei. Ad esempio è stato l'altro giorno quando mio padre ha dovuto pagare le tasse dell'università e mi ha fatto sentire una merda, perché glia avevo fatto spendere troppo secondo lui, cosa non vera visto quello che guadagna. Io ormai li odio, non mi permettono di andare a trovare la ragazza che tanto amo. Sto davvero impazzendo, quando sto solo (cosa che mi sta capitando molto spesso ultimamente), inizio a impazzire, inizio a piangere lacrime di rabbia e a prendere a cazzotti il muro fino a farmi uscire il sangue dalle nocche. Nei momenti in cui non riesco a sfogarmi a pieno svengo e la notte sogno di fare l'amore con lei e inizio ad avere polluzioni notturni. E anche adesso vi sto scrivendo tra le lacrime, mal di testa e rabbia. Non è soltanto il fatto di non poter vedere la mia ragazza a farmi questo però, ma è come se stessi facendo uscire tante sentimenti che per anni ho represso.
E se non troverò una soluzione... credo veramente che la farò finita, perché sto conoscendo un lato di me di cui ho paura.
Il mio sogno più grande adesso è quello di stare con lei... Immagino costantemente di stare in una stanza tutte e due, lei suona il piano ed io che scrivo le trame di film di fantascienza (uno hobby che ho sempre amato) e questa immagine mi placca un po' ma non sempre.
Vi prego aiutatemi...sono disperato.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 10/11/2015 - 17:16

cARO MICHELE,
STAI VIVENDO CON TUTTA LA DISPERAZIONE POSSIBILE UNA STORIA D'AMORE INTENSA E DIFFICILE. INOLTRE LA TUA SITUAZIONE FAMIALIARE NON TI AIUTA COME VORRESTI MA TI FA SENTIRE INADEGUATO! E POI MI SEMBRA CHE NON TI SENTA APREZZATO COME FIGLIO PUR NON AVENDO MAI DATO PROBLEMI AI TUOI GENITORI, Nè DI VITA E Nè SCOLASTICI DA QUELLO CHE HO CAPITO.
IL TUO DOLORE A VOLTE SFOCIA ANCHE IN RABBIA E ADDIRITTURA PENSI AL PEGGIO. fORSE è IL CASO CHE TI FACCIA AIUTARE DA QUALCUNO CHE CON L'ESPERIENZA PROFESSIONALE E L'ACCOGLIENZA DELLA TUA STORIA SAPPIA FARE ORDINE ASSIEME A TE IN QUESTE SENSAZIONI COSì NEGATIVE CHE NON TI FANNO VEDER VIE D'USCITA.
SE VUOI SCRIVIMI ANCORA, TI RISPONDERò CON PIACERE.
PER ORA TI SALUTO CON UNA GRANDE ABBRACCIO E UNA VICINANZA VIRTUALE AL TUO MALESSERE.
UN CARO SALUTO
dOTT.SSA lOREDANA TREBISACCE