Alessandra  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 02/08/2021

Roma

Senza una risposta

Quattro mesi fa ho lasciato il mio compagno. La relazione non andava bene da un po. Troppi scontri ma anche quando l ho lasciato lo amavo ancora e adesso sto ancora tanto male. La questione fondamentale per cui l ho lasciato è perchè non aveva prospettive future con me viveva ancora a casa coi suoi nonostante un lavoro fisso e ben retribuito io invece sola con un figlio faccio grandi sacrifici smp lavori temporanei. Avrei desiderato che lui venisse a vivere con me ma nn era pronto ci eravamo conosciuti a lavoro 6 anni fa eravamo diventati"amici di letto" da subito ma dopo 4 anni le cose sono cambiate da un giorno all altro ci lsiamo ritrovati a stare insieme. Lui riempiva di regali me e mio figlio ma io gli dicevo srmpre che l unica cosa che mi serviva era il suo amore. Una cosa che non tolleravo era il fatto che non mi facesse sentire apprezzata. Era una persona molto fredda. Al che una sera dopo due anni abbiamo cominciato a litigare per una cavolata e gli ho sputato tutto ciò che non mi andava bene in faccia. Un anno prima era successa la stessa cosa ma dopo una decina di gg eravaml ritornati insieme. Lui se n è andato e dopo qualche mio messaggio a cui non ha risp mi ha scritto che aveva bisogno di pensare che direzione dovevamo prendere che la situazione lo faceva star male ma doveva pensare. Dopo un paio di gg ho messo fine io alla relazione dicendogli sempre tramite sms che per me finiva li. ma lui non ha avutp reazioni, nessuna risp. Qualche gg fa mio figlio gli ha scritto lui ha risp normalmente. ma dopo l ha bloccato. Non capisco affatto questa sua reazione perchè? . E ultimame non mi capisco nemmeno io nn so più se mi manca lui o semplicemente mi sento sola.
Grazie a chi mi risponderà

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Antonino Savasta Inserita il 14/09/2021 - 10:45

Buongiorno Alessandra,
l'ultima domanda che pone ritengo sia molto importante. Da ciò che scrive sembra che il vostro rapporto abbia avuto la sua storia, si sia evoluto con vari momenti alti e bassi, fino a chiudere perché sembra i vostri obiettivi erano differenti. Tra l'altro, lui non ha risposto a lei ed ha bloccato suo figlio. Potrebbe esserci un futuro con un uomo che nei fatti si è comportato in questo modo? Ha pensato ad un percorso di sostegno psicologico per vivere, con l'aiuto di un professionista, al meglio questo periodo?
Ci faccia sapere,
cordialmente, Dottor Antonino Savasta