Angela  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/07/2019

Milano

Problemi con il mio ragazzo

Buonasera,
Ho 26 anni, fidanzata da 9 e convivo da 4.
5 anni fa il mio ragazzo si è trasferito in un’altra città per lavoro, e dopo un anno l’ho raggiunto.
Qui abbiamo creato la nostra indipendenza e vita insieme, paghiamo un affitto, abbiamo comprato una macchina e fatto dei progetti. A livello lavorativo lui ha ricevuto tante delusioni, io invece tante soddisfazioni, sono arrivata a fare quello che voleva fare lui, anche se non ho tutta questa voglia di arrivare.
Un paio di settimane fa mi dice di voler stare solo, io avendo preso la notizia malissimo sono andata via da casa 3 giorni. Dice di essere depresso, triste e insoddisfatto (ma non vuole parlarne con nessuno perché pensa di risolvere i problemi da solo). Tornata a casa, la situazione è stabile ma è come se fossimo diciamo degli estranei, lui pensa molto più a se stesso, anche se parla delle vacanze estive, non ha dato la disdetta di casa (per questo sono confusa). Io sto cercando di tenere botta e non mollare pensando fosse solo un periodo. Dall’altra parte però vorrei urlare, fare le valigie lasciare il lavoro e tornare a casa dalla mia famiglia per ricevere l’amore di cui ho bisogno in questo momento, ma non voglio lasciarlo andare per sempre, perché so che tornando a casa chiuderei la porta per sempre. Penso però che tutto ciò non lo merito, che non capisco il vero senso di tutto questo (dice di amarmi e di essere la sua vita) ma forse a questo punto è giusto che io pensi a me stessa e vada via. Sto male, sono confusa, questo è il periodo più brutto della mia vita, sto affrontando questo uragano da sola e non so per quanto reggerò.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 19/07/2019 - 10:49

Milano
|

Gentile Angela, mi pare che la vostra vita in comune sia andata avanti, in quest' ultimo periodo, su binari paralleli ma diversi. Lei si è affermata sul lavoro, lui ha subìto tante delusioni. Non è emerso. " Sono arrivata a fare quello che faceva lui " ...in che senso? Bisognerebbe capire che ruolo gioco all'interno della vostra relazione questo muoversi a velocità differenti: lei è soddisfatta come va avanti la sua vita lavorativa, lui no. Anche se tutto sommato "non ha tutta questa voglia di arrivare" . E' stata fortunata nel trovare ciò che cercava oppure è una donna capace, determinata? Ci sono tanti spunti da chiarire per poter affrontare quell'uragano di solitudine in cui sembra essere precipitata. Saluti.