Erica  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 05/02/2019

Asti

Sono esagerata?

Buongiorno,
Sono Erica ho 34 anni e da due anni frequento un ragazzo di 36 anni. Il problema è che lui lavora sempre. Dal lunedì mattina alla domenica sera. Spesso viaggia. Non abitiamo molto lontano, 40 km, ma ci vediamo una volta a settimana per poche ore o una volta ogni 15 giorni. Non usciamo mai. Mai una cena mai un cinema. Ci vediamo talmente poco che anche solo stare a casa è bellissimo però comincio ad essere insofferente. In più lui studia quindi ha bisogno di tempo anche per quello. Ha fatto dei gesti anche importanti per me come tornare a Capodanno dall' estero per stare con me poche ore e poi ripartire e quindi mi sento anche in colpa, però la quotidianità penso sia anche molto importante, soprattutto tenendo conto che non siamo dei ragazzini. Provo a parlargli ma non capisce. Mi sento anche in colpa quando provo a parlargli perché poi litighiamo e lui emotivamente si allontana. So che la sua vita è così quindi chi sono io per pretendere di cambiarla?
Sono esagerata io?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 06/02/2019 - 09:03

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Erica,
comprendo il suo disagio perchè, da ciò che narra, mi sembra di capire che la vostra coppia in questo momento, non abbia un progetto condiviso su cui investire, quindi forse lei si sente sola in questo.
Ossia, il fatto che lei l'abbia descritto come "ragazzo", nonostante sia già adulto anagraficamente, mi fa supporre che sia in parte consapevole del fatto che lui ora sia molto impegnanto a costruire la sua identità lavorativa/professionale ("lavora sempre" e "in più studia"), quindi è plausibile che lei si senta "in colpa" chiedendo a lui attenzioni per la vostra coppia, che sottraggono tempo alle sue attività.
Concordo con lei quando dice che "la quotidianità sia importante soprattutto tenendo conto che non siamo ragazzini", ma è importante condividere questa sua idea con lui e sapere se anche lui sia d'accordo e voglia investire in questo.
Consideri che la soddisfazione in una relazione sentimentale, è fondata anche sulla possibilità di condividere un progetto di vita comune e sapere che entrambi i partner, seppur con tempi diversi, sono orientati verso la stessa direzione.
Quindi, è importante chiarire ciò con lui.
Inoltre, è essenziale che lei si chieda come mai fin'ora ha accettato questo tipo di frequentazione e in questo momento desidera stabilire maggiore contatto con lui? Cosa è cambiato nella percezione che ha di sè e della vostra coppia in generale?
Se desidera approfondire la questione, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).