Serena  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/09/2018

Genova

ossessione aspetto fisico

Salve, ho 49 anni a detta di tutti sono una bella donna che non dimostra i propri anni. Da circa 5 mesi ricevo attenzioni da un uomo di 34 anni. gym trainer. Non si è dichiarato ma è chiaramente attratto da me. Lui convive ed io sono sposata, il mio è un matrimonio portato avanti per i figli, privo di affetto e sesso ormai da un paio di anni, inizialmente da parte di mio marito succube della sua famiglia. Il problema è che io penso continuamente al ragazzo e vivo questa cosa a volte in modo euforico e a altre sentendomi piu’ vecchia di quello che sono e trovando difetti continui che potrebbero non piacergli. Pur ricevendo spesso attenzioni da altri uomini io non ho mai tradito fisicamente mio marito.Non so come togliermi dalla testa questo giovane che ha capito probabilmente che mi fa andare fuori di testa e ogni volta che entro in chat su whattsap d non per parlate con lui, resta on line fino a che non chiudo..chiaramente adesso controllo quando si collega. Questa cosa ha del patologico ma vi assicuro che siamo in sintonia pur non avendo contatti fisici.
Il problema è che sono costantemente concentrata sul mio aspetto e mi sento sempre piu’ vecchia e brutta..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 17/09/2018 - 15:15

Gentile Selena,
Purtoppo mi è difficile risponderle in un messaggio a tutti gli elementi che ha èportato e mi sento di consigliarle di rivolgersi direttamente ad uno psicologo per affrontare le diverse tematiche che ha riportato. In primo luogo la situazione coniugale che vive è logorante per lei e per tutti i membri della sua famiglia, dovrebbe chiaramente prendere una decisione in merito e parlarne con suo marito. Sciuramente non è nemmeno facile gestire l'interesse per questa nuova persona e sembra che per lei la differenza di età sia un elemento importante, dovrebbe capire il perchè. Il rapporto col proprio corpo e con la sua età anagrafica andrebbe approfondito per capire le ragioni di questa "ossessione" e trovare strategie epr affrontarla.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)

Dott. Alessandro Vimercati Inserita il 16/09/2018 - 20:22

Buongiorno Selena,
comprendo il suo stato di malessere, ma non capisco se il suo obiettivo principale è riuscire a superare questa ambivalenza amorosa oppure non sentirsi vecchia e brutta, che sono temi legati in modo diverso al momento che sta affrontando.
Se dice che il suo matrimonio è ormai privo di affetto e sesso probabilmente la fantasia di una relazione con questo uomo più giovane di lei in qualche modo la appaga di questi aspetti mancanti nella relazione di suo marito. Come spesso accade quando ci si sposa e si ha una relazione stabile per anni non si pensa più di mettersi in gioco nuovamente per iniziare nuove relazioni amorose, l'istinto che ci fa innamorare di un potenziale nuovo partner rimane assopito e un po' anestetizzato sotto la relazione che stiamo vivendo, perchè pensiamo che sia per sempre e spesso lo è. Quando accade che si perde l'amore verso il proprio partner e all'improvviso arriva l'attenzione di un altro potenziale partner attraente allora l'istinto si risveglia e ci troviamo di nuovo catapultati in un possibile "mercato" delle relazioni, dove ci accorgiamo che abbiamo un valore e che potremmo tornare a spenderlo investendo nella relazione con un altro, idea che ci stuzzica e ci inquieta allo stesso tempo. Ma nel frattempo per lei sono passati degli anni in cui probabilmente è rimasta volontariamente fuori dal "mercato" delle relazioni e pensa di essere ormai troppo vecchia per rimettersi in gioco, soprattutto se le attenzioni arrivano da un uomo di 15 anni più giovane.
Possiamo considerarlo un tradimento anche se non ha un versante fisico? Mi rifaccio a quanto diceva Umberto Galimberti sul tradimento, in senso lato. Tradire qualcosa o qualcuno, un compagno, un ideale, un partito, è un tentativo di spingersi oltre il recinto per cercare una possibilità di sviluppo diversa, qualcosa che non possiamo avere fino a quando stiamo nel recinto del non-tradimento. Tornando al rapporto con suo marito, penso che lei sia entrata in questa situazione cercando questo, uno sviluppo della vostra storia che adesso è bloccata, una sterzata. Le consiglio come prima cosa di iniziare a fare i conti con quello che ha: la sua famiglia. Che futuro vede per la sua famiglia? Per quanto tempo potrà andare avanti così? Che tipo di cambiamento può mettere in atto ognuno di voi per dare una svolta positiva o negativa alla situazione? Che tipo di risorse avete per fare fronte a questa situazone?
Credo sia questo il nodo centrale, finchè non farà i conti con la sua situazione attuale ci sarà sempre la possibilità di avere fantasie alternative stuzzicanti, che molto probabilmente non riuscirà ad affrontare con serenità. Se invece riuscirà a prendere in mano la sua situazione famigliare adesso probabilmente, seppur tra molte difficoltà, riuscirà a trovare un nuovo equilibrio e questi episodi assumeranno un significato diverso.
Se vuole approfondire l'argomento mi contatti.
Cordiali saluti.