Luca  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 28/04/2021

Lodi

Periodo doloroso: come comportarsi?

Da qualche giorno la madre della mia fidanzata é in una situazione clinica molto critica.
Io ho fatto di tutto per mostrare la mia vicinanza, soprattutto in questo ultimo periodo. All'inizio mi sono sempre dimostrato disponibile: sono stato vicino a loro per giorni e quando la mia lei non poteva prendersi cura della mamma ci sono stato per giornate intere.
Adesso, però, la situazione della mamma é peggiorata tantissimo e quindi é in ospedale. Io sto cercando di mostrare empatia, starle vicino nei limiti visto che non viviamo insieme. Ma nonostante tutta la mia volontà sembra rifiutare il mio aiuto. Premetto che é una persona amante della solitudine, ama la sua "confort zone" e permette a pochissimi di entrarci. Il problema é che io non so come dimostrare la mia vicinanza, perché oltre a scrivere messaggi per chiedere informazioni sulla situazione e dirle che qualsiasi cosa vado io a farla al suo posto non so cos'altro fare.
Come comportarsi in questa situazione?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Matteo Radavelli Inserita il 05/05/2021 - 16:12

Arcore
|

Gentile Luca,
mi dispiace per la situazione che sta vivendo la sua ragazza e sua madre.
Credo che innanzitutto sia utile pensare che la sua fidanzata avverta la sua presenza, il suo aiuto e la sua disponibilità nell'esserci. Inoltre le consiglio di aprirsi a lei in questa sua difficoltà: le esprima il suo desiderio di aiutarla ma di avere difficoltà nel comprendere come farlo. Sarà la sua ragazza che le dirà poi qual è il modo migliore per starle vicino in questo momento difficile.
Resto a disposizione,
Dr. Matteo Radavelli

Dott.ssa Francesca Cilento Inserita il 30/04/2021 - 13:24

Milano
|

Gentile Luca,

le situazioni dolorose e protratte nel tempo mettono alla prova le persone e non tutti reagiscono allo stesso modo. Lei sta cercando di mostrare il suo appoggio e crede di non riuscire ad aiutare la sua fidanzata.
Il fatto che lei la descriva come una persona chiusa potrebbe anche essere una chiave di lettura del suo comportamento: è possibile che la ragazza pur apprezzando il suo aiuto non mostri così apertamente le due reazioni?
spesso le persone vogliono solo qualcuno vicino, che chiami, che capisca che non hanno le forze di interessarsi ad altro.
Scegliendo un buon momento potrebbe chiederle di che tipo di aiuto abbia bisogno, senza offendersi se la solitudine fosse uno di questi.

in bocca al lupo
dott.ssa Francesca Cilento