Marco domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 29/06/2015

Milano

Conflitto con mia madre

Buongiorno,
Sono un ragazzo di 30 anni e chiedo il vostro aiuto in quanto non riesco a trovare una soluzione per risolvere il rapporto conflittuale
che si è creato tra me e mia madre e tra lei e la mia ragazza.
Tre anni fa mi sono fidanzato e da allora, quello che era un rapporto tranquillo con mia madre, è peggiorato. Lei ha iniziato a diventare sempre più oppressiva e morbosa, arrivando a voler decidere quante volte e per quanto tempo potevo vedere la mia ragazza, cercando di vietarmi di stare con lei a dormire o cose simili e arrivando anche a trattarla in modo poco rispettoso.
Io, ritrovandomi in una situazione per me nuova e che non sapevo ben gestire, o cercato di "mediare" accontentando mia madre in molte occasioni, andando anche contro me stesso ed il mio rapporto di coppia. Inoltre, a questa situazione, si è aggiunto il fatto che mia madre con mio fratello e la sua ragazza non si è mai comportata in questo modo, "concedendogli" più libertà.
Questo ha portato la mia ragazza a sopportare sempre meno sia madre che mio fratello e la sua ragazza. Per poter cercare di essere indipendente e maturare (ho sempre pensato che la colpa di questa situazione fosse mia perchè non ero ancora cresciuto e ho "tutelato" poco il mio rapporto di coppia) ho iniziato a vivere da solo, ma da allora la situazione non è migliorata molto ed oggi mi sento dire da mia madre che sono "sparito" e che sono diventato un' egoista.
Oggi, tutte le volte che chiamo mia madre o la vedo, sono sempre in ansia, ho ancora paura (anche con attacchi di panico) a dirle quello che faccio o esternale i miei pensieri/opinioni o la mai volontà. Ad oggi lei accusa la mia ragazza del fatto che sono cambiato e mi tratta sempre con più distacco rendendo difficile il vedersi tutti insieme e vivere un sano rapporto di famiglia.
Cosa posso fare? come posso far sparire gli attacchi di panico?
Vi ringrazio per i consigli che potreste darmi.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Emanuele Petrachi Inserita il 03/07/2015 - 08:07

Ciao Marco,
Sicuramente sarebbe utile rivolgersi ad un terapeuta familiare della tua zona che aiuterebbe te e tua madre a capire quali sono le ragioni di questo allontanamento reciproco. Partendo da qui, magari anche con la partecipazione di tuo padre e, perché no, della tua fidanzata, si arriverà certamente ad un chiarimento e a delle relazioni più efficaci e produttive.
In bocca al lupo!