Ruth domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 04/07/2017

Non so che fare

Mi presento,
Sono Ruth e ho 25 anni.
Scrivo perché mi trovo in una situazione in cui non so da che lato sbattere.
Avevo fatto un anno di università subito dopo la conclusione delle scuole superiori. È stato un anno difficile segnato da problemi familiari.. sistemi solo due esami superati con voti bassi.. per non pensare ai miei genitori decisi di iniziare a lavorare. Mi pagai la patente. Continua a lavorare ma la situazione qua in Italia è difficile per noi giovani.. così dopo 3 anni di lavori saltuari ho deciso di riprendere lo studio universitario. Quest'anno è il mio primo anno ma in queste 3 sessioni di esami non ne ho superato nessuno.
Questo mi abbatte parecchio e non so davvero se sia meglio lasciare l università e tentare fortuna all' estero o stare qui a sbattere la testa sui libri...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 05/07/2017 - 08:19

Buongiorno Ruth, quello che vuole fare nella vita è una sua scelta estremamente personale che nessuno può prendere al suo posto. Uno psicologo potrebbe aiutarla a prendere in considerazione varie possibilità, a valutarne vantaggi e svantaggi da un punto di vista anche emotivo e a considerare le cose da prospettive diverse, ma la scelta sarebbe sempre e comunque la sua.
Quello che mi colpisce di quello che ci riporta è che mi sembra di notare una tendenza a prendere decisioni basate non tanto su quello che lei vorrebbe davvero, ma piuttosto su quello che vorrebbe evitare. Ad esempio, ha scelto di riprendere gli studi per evitare di essere sempre costretta a fare lavori saltuari, ma è solo questo che l’ha spinta a fare l’università o c’è dell’altro? Cosa studia? Pensa che quello che studia la potrà portare in futuro a fare un lavoro soddisfacente? Con quali difficoltà?
E ora, sta valutando di tentare la fortuna all’estero per evitare di sbattere la testa sui libri o c’è dell’altro?