Giorgio domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 25/05/2017

Macerata

Stress da tentato furto in appartamento di notte

Mi sono svegliato in piena notte sentendo degli scricchiolii provenire dal soggiorno, lì per lì la mente ti porta ad autoconvincerti che si tratti del vento o di qualche vicino di casa rumoroso...ma poi...quando senti l'allarme iniziare a suonare un brivido terribile attraversa il tuo corpo. Con tutto il sangue freddo che riesci a rimediare, assonnato e poco lucido accendi la luce e ti rechi quatto quatto a controllare... appena mi sono reso conto che la finestra era aperta, tutte le speranze psicologiche che l'allarme fosse suonato per errore sono crollate. Sono rimasto stranamente freddo, ho controllato in tutta la casa che non fosse nessuno e, una volta constatato che il ladro se l'era fortunatamente dato a gambe, ho cercato di bloccare alla ben meglio la finestra forzata. Sembrerà assurdo ma quella notte sono tornato a dormire quasi tranquillo.
I problemi sono iniziati dalla notte successiva, è ormai una settimana che appena giunge la sera mi prende una brutta angoscia interiore, i miei sensi sono tutti allertati al minimo rumore...passo quasi tutte le notti in bianco o se proprio crollo dal sonno mi sveglio improvvisamente dopo un po' spaventato come se avessi il ladro vicino.
Ho reso la casa il più possibile sicura ed ho rafforzato la zona debole oggetto di effrazione.
Ho cercato di autoconvincermi che non torneranno e che adesso sono al sicuro ma sembra non funzionare...la mia mente non mi crede, probabilmente perché non ci credo neppure io...Non so cosa fare...
L'idea che possa anche solo suonare nuovamente l'allarme con il pensiero che dovrò andare a controllare mi crea un'angoscia tale da venirmi quasi i sudori freddi.
Non riesco più a vivere così...anche perché le notti insonni si accumulano e la mancanza di sonno ristoratore mi distrugge ulteriormente.
Cosa posso fare?
Grazie a chi vorrà rispondermi e darmi una mano.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Arcangela AnnaRita Savino Inserita il 26/05/2017 - 13:30

Gent.le Giorgio,
quello che sta vivendo emotivamente si chiama Disturbo post traumatico da stress.
Un evento accidentale come quello suo può causa uno shock con una ricaduta sulla sfera emotiva (agitazione, ansia.....) e cognitiva (se riaccade? ....è tutto al sicuro?) il livello di attenzione aumentata come conseguenza dell'allarme psichico attivato.

Cosa farre allora?
· Innanzitutto sapere che la mente umana funziona come il corpo davanti agli incidenti, traumi, cadute (ecc...) ossia come i sintomi fisici si percepiscono molto spesso e maggiormente con il passare delle ore fino a giorno dopo.
· Uno spavento, un terrore uno shock ha bisogno di un periodo medio-lungo per essere assorbito ossia elaborato psicologicamente.
Questo vuol dire che Le capiterà di vedersi davanti agli occhi la stessa scena, di rivivere improvvisamente ogni particolare del trauma vissuto quella notte. Ogni qual volta che Le verrà in mente quella notte si rassicuri dicendo "è normale che io possa rivedere e rivivere quella notte brutta perché ho provato paura. Mi sono fortemente spaventato. Ma col tempo piano piano svanira'".
·Può contattare un esperto in PSTD (esperto in trattamento dello stress post-traumatico) e che adotti l'EMDR.

Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Cordialmente,
Dott. ARCANGELA ANNARITA SAVINO