Milena domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/06/2016

Agrigento

Non riuscire a gestire le emozioni

Buona sera,
Sono una ragazza di vent'anni che studia all'università in Svizzera lontana dalla famiglia. Studio in tedesco una materia scientifica e la pressione è molto alta qui. Premetto che è già due anni che sono qui e il primo non è andato molto bene...devo ripetere gli esami e se non li passo non posso più studiare in Svizzera.
Il mio problema però è un altro. Non sono mai stata una ragazza aggressiva o violenta...e nemmeno se si può dire "tendente al depresso". È da due anni a questa parte che mi sento male interiormente...sento che qualcosa non funziona come dovrebbe.....piango sempre, mi arrabbio sempre...ma sono anche super felice. Ho un disturbo me lo sento...sento male le emozioni, sono quasi amplificate. Mi rendo conto di arrabbiarmi per niente e fare un casino enorme per piccolezze. Piangere urlare tirare oggetti sul muro e sul mio ragazzo. L'apice è stato questa sera. Ho studiato tutto il giorno fino alle 22...il mio ragazzo è venuto a prendermi in biblioteca e poi l'ho invitato da me a cena. Gli ho fatto quello che voleva nonostante fossi stanca morta e senza energie....lui non mi ha aiutata a fare nulla. Poi era pronto e lui ha cominciato a dire che l'insalata era marcia e la Quinoa piena di burro. Io sono scoppiata e ho cominciato a urlare
....a quel punto lui mi fa che sono una frustrata che anche io vorrei andare in palestra come fa lui ma non posso. È la verità...ma non ci ho visto più gli ho tirato un calcio con tutta la forza che avevo. Io mi sono subito pentita ma ormai era troppo tardi. Era fatta. Non è la prima volta che alzo le mani....è capitato che gli abbia tirato pugni sul braccio oppure oggetti addosso o per terra..io lo so che ho un problema non so cosa fare. Lui mi esaurisce non ha un carattere facile.....si innervosisce per niente e mi rende nervosa anche a me. Litighiamo spesso e va sempr a finire male....io che piango lui che urla. Poi si calma ma io continuo a piangere. È una situazione critica non posso reagire così ogni volta...sento che ho bisogno di aiuto. Con la mia famiglia va tutto bene non ho mai avuto problemi di alcun genere...con gli amici nemmeno.
Per favore aiuto :( cosa posso fare?
Ho anche un senso di ansia e depressione per tutto non so come mai. Faccio sport ma devo studiare molto e non ho tempo per fare tutto. Mi sento turbata da qualcosa che mi rende così....mi arrabbio e piango per nulla...ma finchè era solo quello okkey.....ma l'aggressività non va....
Il mio ragazzo è molto possessivo e geloso e mi limita in molte cose (vestiario, uscite ecc) a tal punto che pure io sono diventata così...
Ha sempre da ridire per quasi tutto quello che indosso...mi ha già umiliata in pubblico urlandomi "ma non vedi come ti sei vestita?? Ci credo che ti guardano tutti!!" Anche se in relatà è un ragazzo che si prende molta cura di ne ve lo assicuro....ma magari queste cose possono centrare con il mio problema...non so più dove sbattere la testa....
Grazie in anticipo

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 28/06/2016 - 18:38

Buonasera Milena,
dalle tue parole traspare tutto il senso di smarrimento e preoccupazione per ciò che senti avvenire dentro di te, e per il turbamento di cui non riesci ad essere totalmente consapevole. Come forse immagini, per poter dare un senso a tutto questo occorrerebbe darsi del tempo e passare per un percorso terapeutico che ti aiuti a comprendere quali aspetti o episodi di vita possono aver innescato queste "micce". Hai preso una decisione impegnativa, quella dello studio all'estero, che potrebbe essere stata una scintilla rilevante in questo processo (sarebbe ad esempio utile capire cosa ti ha portato a questa scelta), ma potrebbero esserci (e sicuramente ci sono) anche altri aspetti che contribuiscono a questi impeti di rabbia o pianto. Certamente è sempre possibile apprendere una gestione più equilibrata delle emozioni e dei propri sentimenti, ed una loro espressione idonea alla comunicazione e mirata al ripristino del benessere (interiore e relazionale). Tutto ciò passa però per una maggior conoscenza di se stessi.
Se desideri avere un confronto o supporto diretto, offro un servizio di consulenza skype a distanza. Resto a disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa psicoterapeuta cognitiva
www.chiarafrancesconi.it