rebecca domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 05/06/2016

Cremona

Depressione e stress post intervento estetico andato male

Sono una ragazza di 25 anni e qualche anno fa mi sono sottoposta ad un intervento estetico per essere più sicura di me e nelle relazioni con altre persone. Purtroppo l'intervento ha avuto un esito pessimo che mi è stato confermato da altri esperti. Sono caduta in uno stato di ansia, depressione stress e insicurezza molto pesanti. Io vorrei sottopormi ad un secondo intervento per risolvere il problema ma mia madre pensa che abbia bisogno di uno psicologo e forse anche di farmaci. Come posso risolvere questo problema?

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Katjuscia Manganiello Inserita il 06/06/2016 - 13:56

Gentile Rebecca,
è molto frequente ritrovarsi delusi dopo un intervento estetico soprattutto se non adeguatamente accompagnati dal supporto di uno psicologo.
Prima di sottoporsi ad un secondo intervento è sicuramente utile iniziare un percorso psicologico che le consenta di elaborare la sua delusione e affrontare le insicurezze.
Solo con l'aiuto dello psicologo potrà acquisire la necessaria consapevolezza per fare una nuova scelta.
Auguri, dr Katjuscia Manganiello

Dott.ssa Maria Rosaria Tamborrino Inserita il 05/06/2016 - 21:54

Carissima Rebecca,
lei ha affrontato un intervento estetico per cercare di essere più sicura di sé e nel rapporto con gli altri. Ora, a distanza di qualche anno, vorrebbe sottoporsi ad un altro intervento, sperando che le cose migliorino. Prima di procedere in tal senso, potrebbe esserle utile richiedere un consulto ad uno psicologo che possa aiutarla a fare chiarezza su di sé e sulle sue reali esigenze. Potrà aiutarla quindi a capire se effettivamente quello che può farla stare meglio è un intervento estetico.

Restando a disposizione per ulteriori informazioni, colgo l'occasione per porgerle

Distinti saluti,
Dott.ssa Maria Rosaria Tamborrino

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 07/06/2016 - 12:18

Gentile Rebecca,
il riacutizzarsi dell'ansia e dell'insicurezza in seguito all'esito negativo dell'intervento chirurgico, realizzato come tentativo di risoluzione di quello stesso disagio, è comprensibile. Sarebbe utile e interessante anche avere qualche informazione in più sull'intervento e su cosa intende per esito pessimo. Penso che però il nucleo della questione possa essere un altro: ora che il disagio si è ripresentato, sta pensando di ritentare il medesimo percorso, pur essendosi in precedenza rivelatosi fallimentare. Perchè? Cosa le fa pensare che un intervento di chirurgia estetica possa essere risolutivo rispetto ai suoi vissuti di insicurezza nelle relazioni? Adesso, al di là del fatto che la scelta spetta a lei e che la motivazione personale è fondamentale nell'intraprendere un lavoro psicologico, cosa pensa rispetto a ciò che le ha suggerito sua madre? Pensa che richiedere un consulto psicologico possa essere un intervento (più) utile per dimensioni che riguardano la sfera emozionale e relazionale?
Per qualsiasi informazione rimango a sua disposizione.

Cari saluti,
Dr.ssa Valentina Bua
Psicologa-Roma

Dott.ssa Elisa Bonfanti Inserita il 07/06/2016 - 08:09

Cara Rebecca,
gli interventi chirurgici, così come altre importanti scelte che facciamo nel corso della vita, devono essere ben analizzate, affinché possano rivelarsi davvero positive per noi.
A volte quanto è ottimo per una persona, tanto non lo è per un'altra.
In tutti i casi è opportuno prendere decisioni importanti quando si ha sufficiente serenità, energia e senso critico, ossia si è in uno stato di discreto benessere.

Con l'aiuto di una Psicologo, in grado di acccoglierla e comprenderla personalizzarndo tempi e metodologia, potrebbe trovare strategie alternative o di supporto alla chirurgia estetica, che l'aiutino ad appagare il bisogno di sentirsi più sicura di sé.

Un cordiale saluto,
Dott.ssa Elisa Bonfanti